Video appunto: Henges e dolmen

Henges



Sono santuari megalitici a pianta circolare, diffusi soprattutto nelle isole britanniche. Sono costituiti da uno spazio centrale delimitato da un fossato poco profondo e un basso argine, al cui interno vi è un cerchio di grandi pietre erette in posizione verticale. È il caso di Stonehenge (in Wessex), la cui costruzione è avvenuta in più fasi:
- Viene realizzato il fossato e l’argine
- Viene realizzato un cerchio di 56 buche chiamate Aubrey Holes.
In esse dovevano essere erette pietre in posizione verticale
- Tali pietre vennero rimosse e sostituite da resti di sepolture a cremazione
- Costruzione di due archi concentrici di pietre chiamate bluestones
- Le bluestones furono rimosse e sostituite da grandi pietre sarsen lavorate
- All’interno furono eretti 5 trili (due pilastri con architrave) disposti a semicerchio, costituiti da enormi pietre Sarsen
- Infine durante il bronzo antico, furono inseriti all’interno della struttura due archi di cerchio con piccole bluestones.
Renfrew ha dimostrato che i megaliti europei non sono il risultato di influssi, ma sono legati allo sviluppo di società gerarchizzate del tipo chiefdom

Dolmen



Sono frequenti nell’europa del nord. Oggi a causa dei processi di erosione che ci sono stati nel tempo, appaiono costituiti da 2 lastra verticali coperte da una lastra orizzontale. In origine erano costituiti da grandi ambienti costruiti con lastre litiche e coperti da un tumulo di terra o pietre. Sono state ritrovate sepolture che si suggeriscono la funzione di venerazione degli antenati. Sicuramente la struttura non poteva contenere un’intera comunità ma solo alcuni gruppi.