Genius 13137 punti

Terzo Stato: popolo

Tutti i lavoratori salariati e la servitù erano abitanti delle città, perché non possedevano il diritto di cittadinanza e quindi non potevano partecipare alla vita pubblica, possedere case o terreni, per cui avevano scarse possibilità di difendere i propri diritti.

I contadini nelle campagne non vivevano in condizioni migliori, ad eccezione di alcuni che riuscirono ad arricchirsi e a diventare proprietari delle terre su cui lavoravano. Fino alla fine del XVIII secolo in tutti gli Stati europei i contadini erano sottoposti a diversi obblighi, di origine feudale, per cui spesso non potevano cambiare lavoro e non avevano una piena libertà di spostamento, ad esempio dovevano chiedere alle autorità un’autorizzazione per trasferirsi. Inoltre essi erano sottoposti a tutta una serie di tributi da versare al signore locale. Per esempio in alcuni Stati dell’Europa orientale obblighi e tributi erano particolarmente pesanti, mentre in Europa occidentale gli obblighi feudali vennero progressivamente eliminati.

Alcune famiglie contadine cercarono di integrare il ricavato dell’agricoltura lavorando per conto dei mercanti delle città: nel XVII e XVIII secolo nelle campagne dell’Europa occidentale molte donne si dedicarono alla tessitura di lana, cotone e lino, ma anche alla filatura della seta. Le famiglie contadine costituivano una manodopera più abbondante e meno costosa rispetto a quella urbana, in grado di far fronte alla grande richiesta di prodotti meno pregiati destinati al consumo locale o all’esportazione (in particolare verso l’America).

In tutta l’età moderna i poveri erano sempre tanti sia all’interno delle città sia nelle campagne: in questa situazione non era raro che alcuni si dedicarono ad attività illegali, come il contrabbando del sale che era monopolio statale. Altri diventavano vagabondi e mendicanti. La miseria nelle campagne contribuì in età moderna allo scoppio di numerose rivolte, come quella di Pugacev (1773) in Russia.


Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email