Riassunto sulla società di Antico regime

Antico regime è la definizione con cui i rivoluzionari francesi del '700 definivano il mondo in cui abitavano, ed usavano questa espressione in modo negativo, per esprimere un'epoca antica , che si opponeva al moderno.
Antico regime è l'espressione con cui gli storici indicano il sistema politico del seicento e del settecento.

Divisione sociale- La società di Antico regime era divisa in ordini e non in classi sociali. Per avere potere non bisognava necessariamente essere ricchi, ma bisognava appartenere a un ordine sociale nobiliare. La società era divisa principalmente in tre ordini: terzo stato (contadini, servi, etc...), clero e la nobiltà.
In quell'epoca non c'era uguaglianza giuridica, infatti i nobili avevano i loro tribunali composti da nobili, che li giudicavano in caso avessero commesso un reato, mentre il clero veniva giudicato dalla chiesa in caso di un illecito, mentre i servi della gleba avevano un tribunale apposito.

In quell'epoca non c'era neanche mobilità sociale, dato che se nascevi povero, lo rimanevi per tutta la vita, infatti il nipote faceva lo stesso lavoro del nonno.
La classe sociale più privilegiata rimaneva sempre la nobiltà, la quale era esente dalla maggior parte delle imposte, e aveva diritto alla partecipazione politica e militare più importante all'interno del governo dello stato.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email