Ominide 2387 punti

La rivoluzione scientifica: Ci furono dei vasti mutamenti nel 600 e la visione del mondo non era più finalistica ma gli uomini di scienza vedevano il mondo come un'enorme macchina,messa in moto da Dio,i cui movimenti non sono determinati dagli scopi che devono essere raggiunti,ma solo da norme di funzionamento --> meccanicismo. Inizialmente,grazie ad Aristotele,avevamo una visione del mondo di tipo geocentrico e finito,mentre con Copernico la visione del mondo diventa eliocentrica(il sole al centro) ed anche l'uomo assume un'altra posizione: egli perse il ruolo di fine ultimo della natura creata,ma ne diventava ministro e interprete grazie alle sue capacità. Quest'immagine è l'emblema della nuova concezione del progresso,inteso come accumulo delle conoscenze nel tempo;ciò mira unicamente all'utilità del genere umano e si fonda sulla cooperazione fra gli uomini==> grandi accademie scientifiche.

Da Galilei a Newton: Il contributo decisivo alla costruzione della nuova scienza fisica e della nuova cosmologia venne dato da Galileo Galilei: egli costruì il primo cannocchiale che gli permise di scoprire la montuosità della Luna e delle macchie solari,dimostrare l'omogeneità tra il mondo sublunare e celeste. La conferma del sistema copernicano costò a Galilei la persecuzione da parte del Sant'Uffizio e la prigionia. Galilei diede inoltre la prima formulazione del principio d'inerzia e mise a punto i momenti essenziali del metodo sperimentale: l'uso sistematico dell'ipotesi matematica,dell'osservazione e dell'esperimento permetteva infatti di cogliere le leggi universali secondo cui è organizzata e strutturata la realtà. Bacone introdusse un nuovo metodo di indagine della natura in contrapposizione alla vecchia logica aristotelica,ossia secondo lui le scoperte scientifiche dovevano essere il prodotto di una collaborazione tra tutti gli uomini. A questa ricerca di una disciplina universale,Descartes individuò nella matematica il fondamento metodologico dell'indagine della natura. Newton elaborò l'ipotesi sulla natura corpuscolare della luce e formò la legge di gravitazione universale,secondo la quale i corpi tendono verso il sole e i rispettivi pianeti.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email