La cultura dell 1700

La diffusione delle idee
la nascita delle stampe
nel 700 ha inizio il giornalismo moderno, che aveva lo scopo di informare i cittadini,
il giornalismo ebbe origine in Inghilterra e in Olanda, poiché in qui non servivano permessi di pubblicazione, ne esisteva la censura preventiva.
In Olanda nacquero le gazzette, in Inghilterra si diffusero da prima i settimanali, poi i quotidiani.
La stampa ebbe grande successo grazie ai dibattiti politici del tempo.
I Giornali erano di vario tipo
-politici
-riviste
-morali
Dei giornali morali faceva parte the spectator, il giornale con il maggior numero di lettori in tutta Europa, dal quale prese spunto il caffe di Milano
I nuovi luoghi di diffusione della cultura
Poiché le università erano controllate dalle autorità, gli illuministi iniziarono a ritrovarsi nelle case dei nobili progressisti.
Con la diffusione del caffe e del the, le discussioni si spostarono dai salotti alle tea-house e ai coffe-house, diventando le sedi “informali” e non convenzionali, del dibattito intellettuale.
La Massoneria
La massoneria era un’associazione segreta che nacque in scozia e in Inghilterra.
Il nome originario deriva da frammassoneria, dalla corporazione dei muratori.
Quando nacque la grande loggia di Londra la massoneria si diffuse in tutto il mondo, diventando la più grande associazione segreta nel mondo.
Per entravi si doveva compiere un rito di iniziazione, basato sul giuramento del segreto.
La struttura era gerarchizzata e basata sull’ aiuto reciproco tra membri, ogni loggia aveva i propri riti e regole.
Col passare del tempo la massoneria divenne un vero e proprio movimento politico riformatorio, i membri divennero politici, medici, avvocati e con le loro posizioni influenti i massoni aiutarono la diffusione dell’illuminismo nei citi dirigenti.
Nuove forme di scrittura
Si diffusero nuove forme di scrittura. Tar gli illuministi era frequente il saggio breve, ma si diffusero molto anche racconti e romanzi brevi.
Un nuovo genere era il pamphlet, dove criticavano anche con l’uso dell’ironia, ogni forma di fanatismo e pregiudizio.
Gli illuministi si impegnarono molto alla diffusione del sapere, in particolare di quello scientifico, anche alle donne.
L’enciclopedia
L’enciclopedia o dizionario delle scienze, delle arti e die mestieri fu un’opera grandiosa diretta da Diderot e d’ Alamber.
Aveva 28 volumi e alla sua stesura parteciparono più di 100 professionisti di vario genere.
Lo scopo dell’enciclopedia era quelli di migliorare le condizioni umane diffondendo il più possibile il sapere, anche le ultime scoperte scientifiche.
L’opera venne stampata illegalmente poiché inserita dal re di Francia dell’indice dei libri proibiti.
La scienza e L’arte
In campo astronomico
-la teoria della gravitazione universale viene provata scientificamente
-vengono scoperti Urano e molti satelliti
-vengono mappate circa 10000 stelle
In campo chimico
Lavoisier fisserà le nuove basi della chimica
-isolerà l’ossigeno
-scopre che tutte le sostanze possono presentarsi in 3 stati
-introduce la misurazione dei pesi specifici degli elementi
-elabora il principio di conservazione della massa
-dimostra la natura composita dell’acqua
-da una nuova nomenclatura agli elementi
In campo Biologico
Linneo nella sua opera sistema della natura, il naturalista classifica gli animali secondo
-organi riproduttivi
-varietà
-specie
-genere
Inoltre uniforma la nomenclatura biologica e botanica.
In campo geologico
Si inizia a diffondere l’idea che anche la terra, così come l’uomo ha una storia.
Vengono scoperti i fossili, e studiate le pietre.
Il naturalista Buffon ipotizza che la terra abbia circa 3 milioni di anni e lo scozzese Hutton inizi lo studio sulla crosta terrestre
Il metodo storiografico
Viene scoperto il metodo di critica delle fonti storiche
Le scoperte Archeologiche
Iniziano gli scavi a Ercolano/Pompei, e l’archeologia inizia ad essere considerata una scienza.
Johann Joachim Winckelmann
Diffonde il tutta l’Europa il mito dell’antichità.
Considera l’arte greca perfezione formale, essa rappresentava la bellezza pura, con proporzioni naturali e rappresentazione dell’interiorità.
Sul modello di Winckelmann nacque un nuovo ideale di bellezza, incentrato sull’arte antica.
I Greci studiavano la natura, e grazie a ciò arrivarono alla a rappresentare la bellezza ideale.
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email