Ominide 16918 punti

Le Riforme adoperate dal Direttorio

Nella Convenzione il sempre più acceso contrasto tra i montagnardi di Robespierre e i moderati girondini si risolse con la vittoria dei montagnardi, che da allora governarono la Francia in modo dittatoriale attraverso il Comitato di salute pubblica, dando inizio a un periodo caratterizzato da paura, sospetto, carcerazioni, esecuzioni e complotti. Poco dopo fu approvata una seconda Costituzione (giugno 1793), che prevedeva il suffragio universale maschile e il diritto di tutti al lavoro e alla sussistenza, ma che restò inapplicata. La Convenzione nel frattempo continuò la propria attività e adottò alcuni provvedimenti che, assieme alle misure di “scristianizzazione” della società, cambiarono il volto della Francia. Dopo l’eliminazione degli avversari girondini, il movimento giacobino iniziò a dividersi. In questo frangente Robespierre, capo riconosciuto del governo rivoluzionario, riuscì a imporsi instaurando una dittatura personale. Per raggiungere questo risultato eliminò la fazione moderata dei giacobini, guidata da Danton, che fu giustiziato con l’accusa di tradimento (5 aprile 1794). È questo il periodo più drammatico del Terrore: la legge dei sospetti e la creazione di ventimila Comitati rivoluzionari fecero del 1793-1794 un anno di brutale violenza, di cui fu vittamina anche la regina Maria Antonietta. La Francia, però, si stancò presto del bagno di sangue in cui si era trasformata la Rivoluzione e, non appena si presentò l’occasione favorevole, la Convenzione fece votare l’arresto di Robespierre, che venne ghigliottinato senza alcun processo.
Riassumendo: Austria e Prussia attaccano la Francia per aiutare il Re, Francesi sconfitti, Re accusato, rivolte popolari e colpo di stato. Comune insurrezionale gestita da Giacobini stragi e violenze indiscriminati su detenuti e preti. Il giorno della vittoria a Valmy contro i Prussiani viene convocata la Convenzione nazionale, eletta a suffragio universale: essa dichiarò decaduta la monarchia e proclamò la repubblica il 21 settembre 1792. Danton disse: “non vogliamo giudicare il re, vogliamo ucciderlo”. Luigi XVI fu processato e ghigliottinato.
Le Riforme adoperate dal Direttorio sono:
Suffraggio universale abolito
Ripristino proprietà privata
Ripristino libertà di commercio
Ascesa della borghesia
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email