Ominide 22 punti

La Prima Rivoluzione inglese


Nel 1603 sale al potere Giacomo I Stuart e tenta di rendere il potere assoluto, quindi si scontra con la società:

Contrasto religioso


La chiesa inglese è Anglicana. Si sviluppano i Puritani, dei calvinisti radicali che voglio una chiesa pura, senza elementi legati alla chiesa cattolica. Vogliono una chiesa presbiteriana come quella scozzese.

Contrasto politico


Nel 1628 vi è uno scontro politico con il parlamento che presenta un documento: “La Petizione dei Diritti” con cui viene chiesto che vengano rispettati i diritti del parlamento e dei cittadini da parte del re.

Diritti del parlamento: diritto di approvare le tasse
Diritti dei cittadini: diritto di avere un processo davanti ad un tribunale

Contrasto economico


I ceti produttivi accusano il re di intromettersi e privilegiare alcune imprese.
Chiedevano invece che la monarchia favorisse tutti i ceti che la rendevano così ricca.

Carlo I


Nel 1625 sale al potere Carlo I, figlio di Giacomo I.

Intanto in Scozia scoppia una ribellione e Carlo I ha bisogno di soldi per mantenere l’esercito.
Allora convoca il parlamento per far approvare la proposta di imporre delle tasse.
Nel 1640 prendono posizione dei puritani, tra cui CROMWELL e PYM che si oppongono.

Allora Carlo I scioglie il parlamento.
Siccome non riesce a reprimere la rivolta in Scozia, riconvoca nel 1641 il parlamento, detto “Parlamento lungo” il quale presenta un documento di protesta: “La Grande Rimostranza” in cui il re viene rimproverato e accusato di:
Abuso di potere;
Aver imposto tasse ingiuste;
Aver limitato la libertà dei sudditi;
Aver concesso privilegi commerciali;
Arresti arbitrari.

Il parlamento richiede:
Di approvare la nomina dei consiglieri del re: Così i consiglieri del re sono graditi al parlamento;
Che il re debba fondarsi sulla legge comune: Così il re non è la fonte della legge.

Il parlamento cattura dei consiglieri del re tra cui Laud, un arcivescovo consigliere del re che stava rafforzando la chiesa anglicana, e Stratford.

Il re approfitta di una rivolta che stava scoppiando in Irlanda tra cattolici e protestanti. Arma l’esercito, ma al posto di muoverlo verso l’Irlanda lo muove verso il parlamento.

Di conseguenza anche il parlamento forma un esercito.
Si schierano i Cavalieri e le Teste Rotonde:

Cavalieri


Si schierano dalla parte del re, difensori della chiesa anglicana e dalla monarchia.
Principalmente aristocratici. Nord e Ovest del paese.

Teste rotonde


Sostenitori del puranesimo, appoggiati dai ceti intermedi e dalla piccola nobiltà (Gentry) e dai contadini (Yeomen). Sud e Est del paese.

Fasi della guerra


Marston Moore


Il parlamento prevale grazie ai Ironsides reclutati da Cromwell che diventa capo di un nuovo esercito: New Model Army: un esercito di volontari organizzato tramite assemblee in cui si discuteva di politica. Vicecomandante: Fairfax

1645 a Naseby

Vittoria del parlamento: il re viene consegnato al parlamento.
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email