Ominide 208 punti

Martin Lutero

Martin Lutero era un monaco agostiniano figli di ricchi contadini.
Fu prima studente di diritto e poi scelse la vita monacale.
Lutero poneva al centro della sua ricerca il tema della salvezza.
Egli riteneva che l'uomo poteva raggiungere la salvezza solo grazie alla sua fede in Dio e non grazie al suo agire.
L'uomo è infatti incapace di meritarsi la salvezza che è la conseguenza della libera scelta di Dio, l'uomo è quindi predestinato.
Secondo Lutero la guida della fede è solo la Sacra Scrittura e l'uomo che desidera comprendere la volontà divina può fare riferimento solo alla Bibbia.
La Scrittura, secondo Lutero, non aveva bisogno di alcuna interpretazione del clero.
Per la salvezza dell'uomo non è necessario l'intervento della chiesa.
Dei sacramenti Lutero conserva soltanto il battesimo, la confessione e l'eucarestia: in essa però non avviene la trasformazione del pane e del vino nel corpo e nel sangue di Gesù ma la compresenza del corpo e sangue di Cristo nel pane e nel vino.

Inoltre egli ritiene necessario riscoprire il sacerdozio universale dei fedeli, cioè la loro comune dignità di figli di Dio.
Il 31 ottobre del 1517 Martin Lutero scrive 95 tesi in cui condanna l'abuso della pratiche delle indulgenze e le affisse sulla porta della cattedrale di Wittenberg.
Leone X aprì un procedimento contro di lui per sospetta eresia.
Lutero però si era posto sotto la protezione di Federico di Sassonia che il papa non voleva contraddire nella delicata fase di elezione del nuovo imperatore.
Dopo che Carlo V fu eletto imperatore il procedimento contro Lutero riprese fino alla redazione nel 1520 della Bolla Exurge Domini in cui venivano condannate 41 delle sue tesi.
Inoltre fu dato l'ordine di bruciare i suoi libri e Lutero fu minacciato di scomunica se non avesse ritirato le sue posizioni.
Lutero non si lasciò intimorire e scrisse in breve tempo tre testi in cui incitava i principi tedeschi a iniziare una riforma della chiesa.
Nel 1521 Lutero ricevette la bolla di scomunica e la gettò nel fuoco tra le acclamazioni dei suoi studenti insieme al codice di diritto canonico.
La questione luterana divenne uno dei temi più urgenti da discutere nella Dieta di Worms.
Nella Dieta gli furono ripetute le accuse e l'ordine di ritirare le sue tesi cosa che Lutero non fece.
Anche se Carlo V lo lasciò libero fu bandito dall'impero e condannato a morte.
Venne però rapito da un drappello di uomini inviati da Federico di Sassionia che lo ospitò a Wartburg.
Durante il periodo di permanenza a Wartburg scrisse varie opere e si dedicò alla traduzione della bibbia in tedesco.
Il clima di frattura che si era creato tra Lutero e la chiesa cattolica non preoccupò la popolazione.
I ceti sociali più umili nutrivano invece speranze in una riforma della chiesa e della società da cui si aspettavano maggiori attenzioni.
I principi tedeschi intuirono che potevano unire alla contestazione teologica di Lutero la loro esigenza di affermare la loro autonomia da Roma.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email