Ominide 4479 punti

Luigi XIV istituì strumenti di controllo delle conoscenze e di censura. Tutti dovevano uniformarsi ad una cultura ufficiale concentrata sull'accrescimento del prestigio della Francia e del re. Egli fu un grande mecenate,infatti fondò varie accademie e ospitò a corte vari artisti come Molière e Racine. La reggia di Versailles fu costruita appositamente per celebrare la sua gloria. Egli viveva proprio lì e la vita a Versailles era regolata da procedure di comportamento.
Luigi XIV cercò di assicurarsi il controllo della Chiesa francese. Si scontrò così con papa Innocenzo XI nel 1682 quando il re ece approvare la Dichiarazione dei quattro articoli che affermava l'autonomia della Chiesa francese da Roma e la dipendenza del clero transalpino dal sovrano(gallicanesimo). Inoltre egli voleva eliminare il dissenso religioso dei giansenisti e degli ugonotti. Il giansenismo era una corrente ideata da Cornelis Jansen,ecclesiastico olandese. I giansenisti proponevano una vita lontana dai piaceri e dal lussio e ricercavano una religiosità più autentica e intensa. Questo movimento aveva riscosso successo a Parigi nel monastero di Port Royal. Nel 1709 il sovrano lo ece chiudere e successivamente venne condannato an che da Roma con la bolla Unigenitus. Gli ugonotti erano tollerati grazie all'Editto di Nantes del 1598. Luigi XIV emanò l'Editto di Fonainebleau con il quale chiuse le scuole protestanti e obbligò il battesimo. Inoltre impose la conversione al cattolicesimo e la distruzione dei luoghi protestanti. Molti Ugonotti lasciarono la Francia causando un danno economico poichè la Francia perse molti lavoratori.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email