Video appunto: Inca


All’interno di questo appunto è descritta la civiltà degli Inca. Di seguito sono riportate tutta una serie di informazioni che riguardano la descrizione degli Inca, la nascita della civiltà, posizione geografica, le dinastie che si sono susseguite nel tempo, le caratteristiche della società, l’economia e gli aspetti religiosi fino ad arrivare ai nostri tempi.


Indice
Descrizione Inca
Storia degli Inca
Dinastia degli Inca e conquiste
Caratteristiche della società, tecniche utilizzate ed economia
Sistema dei trasporti
Aspetti religiosi
Inca moderni


Descrizione Inca




  • Con “Inca” ci si riferisce agli indiani sudamericani che nel momento in cui ci fu la presa da parte degli spagnoli durante il 1532, erano a capo di un impero che si estendeva lungo la costa dell’oceano Pacifico e gli altopiani delle Ande dal confine settentrionale dell'odierna Ecuador fino al fiume Maule nel Cile centrale;

  • La storia degli Inca è nota maggiormente dalla tradizione orale che è stata mantenuta attraverso le generazioni da "memorizzatori" ufficiali e dai documenti scritti prodotti da loro in seguito alla conquista spagnola.



Storia degli Inca




  • Nel XII secolo, gli Inca decisero di stabilire come loro capitale la città di Cuzco in Perù;

  • Hanno iniziato le loro conquiste all'inizio del XV secolo e in 100 anni avevano acquisito il controllo di una popolazione andina di circa 12 milioni di persone;

  • Gli Inca non hanno lasciato documenti scritti, come altre culture andine;

  • Secondo la loro tradizione, gli Inca hanno avuto origine nel villaggio di Paqari-tampu, a circa 24 km a sud di Cuzco;

  • Fino al regno del quarto imperatore dal nome Mayta Capac nel XIV secolo, non cerano molti elementi che distinguevano gli Inca dalle molte altre tribù che abitavano piccoli domini in tutte le Ande;

  • Sotto Mayta Capac gli Inca iniziarono ad espandersi, attaccando e saccheggiando i villaggi dei popoli vicini e probabilmente valutando una sorta di tributo;

  • Con l’arrivo di un altro imperatore, Capac Yupanqui gli Inca estesero per la prima volta la loro influenza oltre la valle di Cuzco;

  • Successivamente sotto Viracocha Inca, iniziarono un programma di conquista permanente stabilendo guarnigioni tra gli insediamenti dei popoli che avevano conquistato;

  • Il 1438 rappresenta la data che accerta la storia dinastica Inca.



Dinastia degli Inca e conquiste




  • Nel 1438 fino al 1471, sotto Pachacuti Inca Yupanqui, gli Inca conquistarono il territorio a sud del bacino del Titicaca e a nord dell'attuale Quito, rendendo soggetti i popoli della potente Chanca, Quechua e Chimú;

  • Grazie ad una politica di reinsediamento forzato di grandi contingenti provenienti da ogni popolo conquistato contribuì a garantire la stabilità politica distribuendo gruppi etnici in tutto l'impero e rendendo così molto difficile l'organizzazione della rivolta;

  • I governatori locali erano responsabili di imporre la tassa sul lavoro su cui si basava l'impero. L'imposta poteva essere pagata attraverso il servizio militare, sui lavori pubblici o nel lavoro agricolo.

  • Nel 1471 al 1493, sotto Topa Inca Yupanqui, l'impero raggiunse la sua estensione nella parte meridionale del Cile centrale e furono rimosse le ultime tracce di resistenza presenti sulla costa meridionale peruviana;

  • Huayna Capac spinse il confine settentrionale dell'impero Inca fino al fiume Ancasmayo prima di morire in un'epidemia che potrebbe essere stata scatenata da una tribù dell'est che l'aveva presa dagli spagnoli a La Plata;

  • La sua morte diede inizio ad un'altra lotta per la successione nel 1532, quando gli spagnoli arrivarono in Perù. storia delle civiltà precolombiane



Caratteristiche della società, tecniche utilizzate ed economia




  • La società Inca era altamente stratificata. L'imperatore governava con l’aiuto di una burocrazia aristocratica, esercitando l'autorità con controlli rigidi e spesso punitivi;

  • La tecnologia e l'architettura Inca erano estremamente avanzate, sebbene non singolarmente originali;

  • I loro sistemi di irrigazione, palazzi, templi e fortificazioni possono ancora essere visti in tutte le Ande;

  • L'economia Inca era fondata sull'agricoltura, i suoi prodotti principali erano mais, patate bianche e dolci, zucca, pomodori, arachidi, peperoncino, coca, manioca e cotone;

  • Venivano allevati porcellini d'India, anatre, lama, alpaca e cani;

  • L'abbigliamento era fatto di lana di lama e cotone;

  • Le case erano costruite con della pietra o fango di adobe.



Sistema dei trasporti




  • Gli Inca costruirono una vasta rete di strade in tutto questo impero;

  • L’impero è composto da due strade nord-sud, uno che corre lungo la costa per circa 3.600 km;

  • Furono costruiti molti tunnel di breve lunghezza di roccia e ponti sospesi sostenuti da viti;

  • L'uso di questo sistema era strettamente destinato agli affari governativi e militari;

  • La rete ha notevolmente facilitato la conquista spagnola dell'impero Inca.



Aspetti religiosi




  • La religione Inca combinava caratteristiche di animismo, feticismo e adorazione degli dei della natura;

  • Il pantheon era guidato da Inti, il dio del sole e incluso anche Viracocha, un dio creatore ed eroe della cultura, e Apu Illapu, il dio della pioggia;

  • Sotto l'impero, la religione Inca era una religione di stato fortemente organizzata, ma, mentre l'adorazione del dio del sole e la prestazione del servizio erano richiesti ai popoli soggetti, le loro religioni native erano tollerate;

  • I rituali Inca includevano forme complesse di divinazione e il sacrificio di uomini e animali;

  • Queste istituzioni religiose furono distrutte dalla campagna dei conquistatori spagnoli contro l'idolatria;



Inca moderni




  • I discendenti degli Inca sono i giorni gli attuali contadini di lingua quechua delle Ande, che costituiscono forse il 40% della popolazione del Perù;

  • Essi combinano l'agricoltura e la pastorizia con la semplice tecnologia tradizionale;

  • Gli stanziamenti rurali sono di tre tipologie: famiglie che vivono in mezzo ai loro campi, vere comunità di villaggio con campi al di fuori dei centri abitati e una combinazione di questi due modelli;

  • Le città sono centri di popolazione meticcia ovvero di sangue misto;

  • Le comunità Inca sono unite e le famiglie di solito si sposano tra loro. Gran parte del lavoro agricolo viene svolto in cooperazione.

  • La religione è una sorta di cattolicesimo romano intriso di gerarchia pagana di spiriti e divinità.