Ominide 548 punti

Il rigido Impero Ottomano


Mentre i due stati più ricchi e militarmente potenti dell’Occidente combattevano tra loro, in Asia minore acquisì maggiore importanza il piccolo stato Turco creato da Osman.
Questi Turchi “Ottomani” erano guerrieri aggressivi, pieni di cattiveria, inoltre desiderosi di espandere la fede musulmana come gli arabi.
Gli Ottomani seppero approfittare delle difficoltà e debolezze dell’impero di Costantinopoli; Pertanto tra il 1330 ed il 1360 riuscirono ad impadronirsi degli ultimi possedimenti bizantini, in Anatolia. Nel 1453 il sultano Mehemet II (da lì la mahometta che era un cannone gigante non più utilizzato) riuscì a espugnare la città di Costantinopoli, provocando la fine dell’impero Romano d’Oriente. La grande novità tecnica che permise la conquista Turca di Costantinopoli fu l’Artiglieria.
La Conquista di Costantinopoli, rappresenta l’episodio più significativo della preistoria dell’Artiglieria.
Di questo episodio si sa per certo che il segreto della fusione dei cannoni fu portato ai turchi da artigiani europei e che furono preparati pezzi di vario calibro e potenza, i cui difensori di Costantinopoli non possedevano l’artiglieria, ma solo frecce o catapulte. Bisanzio cadde, si potrebbe dire, perché era in ritardo di un secolo (senza alcuno sviluppo).

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email