Mongo95 di Mongo95
Ominide 6474 punti

Il Comitato di Salute Pubblica


Quanto viene approvata la Costituzione montagnarda è appunto un momento in cui la guerra infuria più che mai. Quindi i giacobini hanno forse ragione nel decidere di continuare a governare il Paese e non attuare più la Costituzione, per assicurare le conquiste rivoluzionarie. Il decreto del 10 ottobre formula per la prima volta in modo chiaro quella che è la causa principale della debolezza della rivoluzione, cioè il non aver saputo costituire un esecutivo che fosse “degno” della Convenzione. Nel decreto si indica appunto il centro di tutti i mali nel potere esecutivo, nemico pericolosissimo contrapposto al centro del “bene”, la Convenzione. Per vari motivi: la debolezza con cui esegue le leggi; la dilapidazione di fondi pubblici, di cui approfittano i privati; l’incertezza nella direzione dello Stato; ambiguità del governo, dominato dagli interessi propri delle sue fazione. È soltanto uno il soggetto di cui ci si può fidare in questo momento, cioè il Comitato di salute pubblica, in mano a Robespierre dal giugno 1793 al luglio 1794. Già al momento della sua istituzione, il Comitato aveva ricevuto il potere di sospendere il decreti del Consiglio esecutivo. Si riunisce in segreto e ha il potere di adottare delle misure di difesa generale immediatamente esecutive, sempre che fossero approvate i 2/3 dei suoi membri. Diventa quindi un organo parallelo al Consiglio esecutivo. Doveva però presentare un rapporto scritto sulle sue discussione alla Convenzione ogni settimana.
Il decreto del 10 ottobre rafforza ulteriormente suoi poteri, aggiungendovi il compito di sorvegliare tutte le autorità costituite, nonché approvare o meno tutte le delibere del Consiglio esecutivo, che ora è suo sottoposto. Di ogni sua azione, il Comitato deve informare la Convenzione, nonché proporle i generali in capo dell’esercito. Nella Convenzione viene ravvisato il centro che stimola tutta l’attività del governo.
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze