sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Il 1799, dall’attacco Austro-Russo al Colpo di Stato di Napoleone-

Alla fine del 1798 si formò una Seconda Coalizione Antifrancese (la prima era stata quella della Lega di Augusta), che comprendeva Russia, Austria e Gran Bretagna; luogo dello scontro tra questa Coalizione e la Francia è il suolo Italiano.
In Italia, i Francesi dovevano già cercare di calmare i disordini e le insurrezioni del popolo rurale italiano ed ora si videro attaccati anche da questa nuova Seconda Coalizione Antifrancese.
Vista la situazione, la Francia si vide incapace di difendersi, tanto che perse tutti i domini sull’Italia, esclusa la sola Genova.
Intanto nel 1799, precisamente il 10 Novembre, il generale Napoleone, aiutato da Emmanuel Sieyès, diede vita ad un Colpo di Stato, approfittando della sconfitta elettorale subita dal Direttorio.
Napoleone, sostenuto anche dall’esercito, sciolse il Parlamento, e formò un triumvirato composto da lui stesso, da Sieyès e da Ducos.

Ma Napoleone successivamente, il 25 Dicembre 1799, fa approvare una nuova Costituzione che prevede che egli venga proclamato Primo Console, quindi aveva in mano sua tutto il potere esecutivo, mentre gli altri due membri del triumvirato hanno solo ruolo consultivo.
Quindi, Napoleone, a fine del 1799, ha nelle sue mani gran parte del potere della Francia.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email