Erectus 1117 punti

Filippo II - Organizzazione dello Stato

• Nel 1556 Carlo V abdica e sale al trono suo figlio Filippo II che eredita Spagna,colonie americane Paesi Bassi, Franca Contea e territori in Italia.
• Filippo II si mostra da subito molto diverso dal padre, si stabilisce definitivamente nel grande complesso delle Escorial a Madrid a differenza di Carlo V che, ossessionato dal sogno Imperiale, visitava costantemente tutte le aree del suo regno.
• Filippo II si orienta verso una forma di assolutismo monarchico, si autoproclama campione della fede Cattolica riservandosi il diritto di presentazione, privilegio che gli consentiva di scegliere i vescovi dei suoi domini.
• Per tutto il corso della sua vita sarà ostacolato dalle eterogeneità dei suoi domini.
• L'amministrazione del suo regno era basata su consigli, corrigedores e cortes
• I consigli lo affiancavano dell'attività di governo ma spesso i loro ruoli si sovrapponevano causando la paralisi dell'azione regia. Tra i consigli più importanti annoveriamo il consiglio di guerra,il consiglio di stato, il consiglio delle Indie e d'italia.
• Il consiglio dell'Inquisizione era un vero e proprio strumento di repressione politica ideologica di minoranze oppositori.
• I corrigedores erano funzionari le cariche venivano messi in vendita per rimpinguare le casse dello stato.
• Le cortes erano delle assemblee rappresentative stabilmente riunite con il compito di presentare petizioni al sovrano e a sentire alle imposte composte da rappresentanti del clero nobiltà e rappresentanti delle città.
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email