Video appunto: Europa del Settecento - Assolutismo illuminato

Il 700 europeo e l'assolutismo illuminato



Prima di queste rivoluzioni ci furono altri tentativi di modernizzare e rendere più efficiente lo stato mettendo in atto delle riforme ispirate dall’illuminismo, nonostante questi tentativi rimarrà comunque la monarchia assoluta.
I paesi principali saranno: la Prussia, una regione della Germania di cui era composto l’impero, la Russia e l’impero austro-ungarico.

La Russia, di Pietro I il grande e Caterina, nella fine del 600. Pietro è un grande monarca che vuole trasformare la Russia in una potenza, soprattutto dal punto di vista militare quindi attuta delle riforme radicali. Inizia a girare l’Europa cercando di capire tutti i segreti dei vari stati. I nobili si rivoltano a causa di alcune riforme tipo il divieto della barba soprattutto per i nobili, obblighi sul vestiario e tenere a bada i nobili a causa di rivolte nate prima di lui. Inizia a rafforzare la flotta per ingrandirsi ed ottenere il dominio sul mar baltico nella zona del nord in cui si trovava la Svezia, per questo Ci sarà una guerra di 20 anni tra Svezia e Russia. La Russia finalmente riuscirà ad ottenere l’accesso a questo mare e creerà una nuova città (San Pietroburgo, sede dello zar).
Pietro aveva limitato il potere della chiesa ortodossa prendendo parte delle proprietà.
Cerca di creare una burocrazia che non esisteva perché uno stato moderno doveva avere dei funzionari, quindi nobili o no dovevano studiare per accaparrarsi questo nome, consentendo anche a chi non era ricco di avere una possibilità.
Nella seconda metà del 700 Queste riforme iniziate da Pietro il grande saranno portate avanti da un’altra grande sovrana chiamata Caterina 2.
Caterina 2 è una sostenitrice degli illuministi, tanto da far viaggiare i russi per aumentare le conoscenze, lascerà una grande libertà di pensiero.
Vuole creare un sistema di scuole elementari per alfabetizzare la popolazione.
Continua l’opera contro la chiesa ortodossa che viene nuovamente espropriata delle proprie ricchezze. Ad un certo punto inizia a guidare una commissione governativa con l’obbiettivo di riformare il codice civile secondo le idee illuministe.
Queste riforme non piacquero e Caterina dovrà concedere la servitù ancora per un secolo a causa di alcune rivolte.

La Prussia di Federico 2



Federico 2 è un altro esempio di sovrano illuminato, nella seconda metà del 700 la Prussia avrà l’esercito più forte d’europa.
Voleva creare una burocrazia efficiente, con funzionari capaci di governare, riforma il codice civile limitando la pena di morte e abolendo la tortura. Lascia una grande libertà di idee e cultura.

L’impero austriaco



Grandi riformatori (Maria Teresa d’Austria e suo figlio Giuseppe 2) 1740-1780

Maria Teresa per incrementare il guadagno dello stato fa un catasto (registro dei beni immobiliari), crea un sistema di scuole elementari pubblico. Le riforme più importanti furono portate avanti da suo figlio che diede un grande impulso a queste riforme, come la creazione e di un nuovo codice di leggi nel 1787 che prevedeva ancora l’abolizione della tortura e la limitazione della pena di morte ma anche che i cittadini sono uguali davanti alla legge. Vuole poi controllare la chiesa eliminando i conventi e gli ordini religiosi ritenuti ormai inutili e dannosi per la loro ricchezza che n on contribuiva alla società. Prende i terreni e le proprietà della chiesa, li vende e usa il ricavato per finanziare la creazione delle scuole, oltretutto pretende che i preti abbiano una formazione statale secondo le idee dell’imperatore, imporrà poi il divieto di alcune manifestazioni religiose ritenute vecchie in cui era più importante il rito dello scopo religioso, come i pellegrinaggi.
I cittadini potevano professare tranquillamente qualsiasi credo cristiano.