Video appunto: D'Orléans, Anna Maria Luisa - biografia

D'Orléans, Anna Maria Luisa



Anna Maria Luisa d'Orléans, duchessa di Montpensier, detta La Grande Mademoiselle, era la figlia maggiore di Gaston d'Orléans, e la sua prima moglie Maria di Borbone, duchessa di Montpensier. Una delle più grandi ereditiere della storia, è morta nubile e senza figli, lasciando la sua immensa fortuna al cugino Filippo di Francia.

Dopo una serie di proposte di matrimonio di vari membri delle famiglie reali europee, tra cui Carlo II d'Inghilterra, Alfonso VI del Portogallo e Carlo Emanuele II di Savoia, alla fine si innamorò del cortigiano Nompar Antoine de Caumont e scandalizzò la corte francese di Luigi XIV quando chiese il permesso di sposarlo, perché tale unione era considerata una mistificazione. È noto soprattutto per il suo ruolo nella Fronda, per aver portato il famoso compositore Lully alla corte del re e per le sue Memorie.

Anne Marie Louise d'Orléans è nata al Palais du Louvre di Parigi il 29 maggio 1627. Suo padre era Gaston, duca di Orléans, noto come Monsieur, l'unico fratello sopravvissuto di Luigi XIII di Francia. Sua madre era venti-Maria di Borbone, duchessa di Montpensier, l'unica membro del ramo di Montpensier della Casa di Borbone fino alla nascita della figlia, morta cinque giorni dopo il parto di Anna Maria Luisa. Questo ha reso la neonata Anna Maria, la nuova duchessa di Montpensier, erede dell'immensa fortuna della madre, che comprendeva cinque ducati, il Delfinato d'Alvernia, il principato sovrano di Joinville, eretto nella storica provincia dello Champagne.
Come la figlia maggiore di Monsieur, Anna Maria Luisa era ufficialmente conosciuta come Mademoiselle fin dalla sua nascita, e poiché era la nipote di un re francese, Enrico IV, lo zio Luigi XIII le creò il nuovo titolo di Gran Figlia di Francia. Mademoiselle fu trasferita dal Louvre al Palazzo delle Tuileries e fu accudita da Jeanne de Harley, Mme de Saint-Georges, la capofamiglia, che le insegnò a leggere e scrivere. Mademoiselle ha sempre avuto un grande senso della propria importanza, e quando le è stato chiesto della nonna materna Henriette Catherine de Joyeuse, ha risposto che era sua nonna, perché "non era una regina". È cresciuto con Mademoiselle de Longueville e le Suore del Maresciallo di Gramont.
Mademoiselle era molto vicina a suo padre, Gaston, duca di Orléans. Era spesso coinvolta in complotti contro Luigi XIII e il suo impopolare primo ministro, il cardinale de Richelieu, era spesso in cattivi rapporti con la corte e fu più volte bandita. Il padre di Mademoiselle, Gaston d'Orléans di un dipinto di Anthony van Dyck. Mademoiselle aveva un tenero rapporto con il padre. Il padre di Mademoiselle Marguerite de Lorraine si sposò in una cerimonia segreta a Nancy nella notte tra il 2 e il 3 gennaio 1632. Dopo aver ricevuto la previa approvazione del fratello maggiore, la coppia non poté guardare la corte francese e il matrimonio avvenne in segreto. Apprendendo che il cardinale era responsabile dell'esilio del padre, Mademoiselle cantò diversi canti e satire della strada, alla presenza del cardinale stesso, che le valsero il fragore del cardinale, che era il suo padrino. La signorina di sette anni vide di nuovo suo padre nell'ottobre del 1634. Per la prima volta dopo due anni, ci siamo incontrati a Limours, per vedere dove lei "si è buttata tra le sue braccia". Gaston viveva a Blois, dove mademoiselle era una frequentatrice abituale. Alla nascita del futuro Luigi XIV nel 1638, la determinata Mademoiselle decise di sposarlo chiamandolo "il suo piccolo marito", per il divertimento di Luigi XIII. Richelieu ha rimproverato tardi per le sue osservazioni. Indipendentemente dai suoi sogni, suo padre non faceva mistero del fatto che voleva che lei sposasse Luigi, conte de Soissons, principe del sangue e uno dei suoi ex complici.
Questo matrimonio non è avvenuto. Madame de Saint Georges morì nel 1643 e il padre di Madame de Fiesque Mademoiselle scelse di sostituirlo. La mademoiselle fu devastata dalla morte della sua ex istitutrice, anche lo zio morì nel maggio del 1643, lasciando Luigi XIV come nuovo re di Francia. Prima della sua morte, Luigi XIII, aveva accettato la richiesta di perdono del fratello e autorizzato il suo matrimonio con Margherita di Lorena, dopo di che la coppia si sposò per la terza volta nel luglio 1643 e il Duca e la Duchessa d'Orléans furono finalmente ricevuti a corte. Nel 1646 incontra la signorina Carlo, principe di Galles. Sua zia, la regina Henriette-Marie d'Inghilterra, incoraggiò l'idea di sposare Carlo, indicando che aveva una "inclinazione" per la signorina, ma all'epoca non si disse nulla di più. Poco dopo la morte dell'imperatrice Maria Anna, Mademoiselle cessò ogni interesse per il principe e quindi per un'unione con il vedovo, l'imperatore Ferdinando III. Tuttavia, sotto l'influenza di Mazzarino, la regina Anna, sua zia e reggente del giovane Luigi XIV, ignorò la richiesta della Mademoiselle. La "principessa della fanciulla più ricca d'Europa" non era adatta a sposare il piccolo Luigi XIV o suo fratello, il duca d'Angiò. La regina Anna suggerì il fratello, il cardinale Ferdinando d'Austria, ma la signorina rifiutò.