Habilis 6875 punti

Il dispotismo illuminato: Maria Teresa d’Austria


Negli stati dominati dalla casa di Asburgo, furono intraprese riforme dai due sovrani: prima da Maria Teresa e successivamente dal figlio Giuseppe II, con uno spirito diverso. Infatti Maria Teresa non seguiva un piano ben definito ed il suo scopo era quello di consolidare la sua autorità, mentre Giuseppe II si preoccupò di riformare lo stato seguendo i principi della ragione come gli avevano insegnato i filosofi illuministi.
Quando Maria Teresa sale al trono si trovava di fronte ad una amministrazione retrograda. Era vigente un sistema sostanzialmente feudale, per quanto rinnovato nel XVII secolo: le grandi proprietà erano nelle mani dei nobili e le differenze di origine, di lingua di religione costituivano altrettanti ostacoli tali da impedire ogni tentativo di unificazione.
Per ottenere l’aiuto militare dei nobili ungheresi in un momento difficile della gestione della politica interna,, nel 1741, Maria Teresa promise loro di rispettare i loro privilegi. Tuttavia degli altri Stati (Austria, Boemia, Stiria, Tirolo, Carinzia) essa cercò di fare un solo ed unico Stato.
Con l’aiuto di due ministri molto capaci, Haugwitz e Kaunitz, creò una Cancelleria unita di Boemia e Austria, organizzò le finanze comuni, nominò nelle province dei governatori e dei funzionari che dipendevano direttamente dalla corona. L’esercito, che in tempo di pace era sempre pronto ad intervenire, aumentò il potere della sovrana. Si preoccupò di sorvegliare e regolamentare l’industria: tessitura, filatura, fabbriche di ferro, di cristallo e di porcellana sono quelle che ebbero il maggiore sviluppo. Il commercio sui sviluppò notevolmente permettendo di favorire la crescita della borghesia. Con l’intento di rispondere ai bisogni della borghesia, Maria Teresa si interessò dell’istruzione, sforzandosi di instaurare un insegnamento molto più pratico rispetto a quello dei Gesuiti.. Infine per migliorare la situazione dei contadini, Maria Teresa soppresse i diritti feudali e nel 1775 fissò in modo chiaro le condizioni della “corvée”. Le stesse misure riformatrici furono applicate anche in Ungheria.
Nell’insieme si può dire che, con il suo dispotismo illuminato, Maria Teresa cercò di migliorare la situazione materiale ed il livello morale dei suoi sudditi
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Cerca la tua scuola con Scuola in chiaro