Ominide 564 punti

La dieta di Worms e la dottrina dei due regni


Carlo V, il nuovo imperatore, convocò Lutero con la Dieta di Worms (1521) per chiedergli di ritrattare le sue tesi, ma Lutero si rifiutò e venne salvato dall’altro aspirante al trono, Federico di Sassonia.
Lutero crede nella dottrina dei due regni: l’uomo deve obbedire ai principi del vangelo da un punto di vista religioso, ma all’autorità dell’imperatore e dei principi dal punto di vista sociale e politico. I contadini e i principi cercarono di fare delle rivolte ispirati dalle nuove idee di Lutero, ma queste rivolte furono represse dall’imperatore e dagli ecclesiastici. Nonostante questo, la nuova religione si diffuse in molti Stati europei. (ad esempio in Svizzera, dove prendono piede le idee di Calvino: calvinismo)
Inghilterra: in Inghilterra il re Enrico VIII chiede l’annullamento del matrimonio con Caterina d’Aragona per sposare Anna Bolena. Il papa non glielo concede subito, per questo il re si proclama capo supremo della Chiesa d’Inghilterra.
Si arriva così allo scisma e viene fondata la Chiesa anglicana.
Di fronte a questo periodo di crisi del cattolicesimo, la Chiesa prepara la Controriforma cattolica: si tratta di una serie di iniziative per rinnovare la Chiesa dall’interno e rafforzare la fede dei cattolici in Europa.
Viene fondata nel 1534 la Compagnia di Gesù (gesuiti) da Ignazio di Loyola, un nuovo ordine religioso che prevedeva:
1) Obbedienza al papa
2) Formazione culturale (ben 17 anni)
3) Apostolato (prosecuzione dell’opera degli apostoli: i gesuiti avevano la missione di diffondere il vangelo, per questo vanno nel mondo a svolgere attività missionaria).
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email