Ominide 2537 punti

La conquista del continente americano

Le imprese di Cristoforo Colombo e degli altri navigatori fecero nascere in tutta Europa grandi sogni di potenza e di ricchezza. La superiorità militare degli europei, dotati di armi da fuoco del tutto sconosciute alle popolazioni indigene, permise loro di ridurre gli abitanti del luogo in schiavitù. Oltre al loro lavoro massacrante, un altro fattore pericolosissimo furono le malattie portate dagli europei davanti alle quali gli Indios si trovarono privi di qualunque protezione. Nel 1509 alcuni conquistatori lasciarono le Antille per raggiungere le coste del Venezuela. Alla base dell'organizzazione politica spagnola vi era il Consiglio municipale che si occupava di amministrare la giustizia.
L'impero coloniale spagnolo era concentrato nel continente americano, quello portoghese si presentava come una catena di colonie distribuite dall'Atlantico al Mar della Cina. Il Brasile era stato assegnato al dominio portoghese fin dal Trattato di Tordesillas del 1494, ma solo negli anni trenta del XV secolo, il re del Portogallo aveva iniziato a occuparsene realmente. Il Brasile fu diviso in dodici regioni amministrative, dette capitanie, che godevano di una certa autonomia purchè si impegnassero a valorizzare economicamente i territori loro affidati. Il dominio portoghese in America mantenne a lungo un carattere prevalentemente commerciale.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email