Il commercio triangolare in breve

Il commercio triangolare, detto anche tratta atlantica si riferisce alla compra-vendita di schiavi neri comprati in Africa dai capi tribù a opera dei portoghesi e spagnoli, che poi li rivendevano in America per lavorare nelle piantagioni di mais e cotone.

Si chiama triangolare appunto perché questo mercato interessava i paesi europei, l'Africa e l'America latina.

Motivo- Dopo che gli spagnoli conquistarono il sud America, uccidendo molti i nativi che ci abitavano prima, iniziarono a sfruttare quelli vivi per lavorare nei campi in condizioni di schiavitù, ma essi essendo deboli e pensando che i loro déi li avessero abbandonati, si estinsero tutti e da qui nacque un immediato bisogno di lavoratori a basso prezzo. I portoghesi puntarono allora sugli Africani , dato che i capi tribù erano disposti a vendergli i loro giovani migliori in cambio di cianfrusaglie come vetri, specchi, e altre cose luccicanti.

Molti di questi giovani morivano durante la traversata dell'Atlantico, dato che erano tenuti in condizioni disumane. Arrivati a destinazione, venivano venduti come schiavi al miglior offerente per andare a lavorare nelle piantagioni, e le donne andavano a fare le domestiche e venivano utilizzate come oggetto di desiderio dai loro padroni.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email