Vale 02 di Vale 02
Habilis 944 punti

Agricoltura e sistema manifatturiero tra il 600 e 700


La popolazione europea a partire dalla metà del 1700 comincia a crescere soprattutto nella parte occidentale dell'Europa. A favorire questa crescita non fu l'aumento delle nascite ma il calo della mortalità dovuto alla scomparsa della peste, e ai progressi della medicina, ad un'alimentazione più ricca e all'uso di mattoni per le costruzioni.


Agricoltura


La maggior parte della popolazione pratica l'agricoltura e vengono introdotte nuove coltivazioni provenienti dall'America per esempio il mais che presenta tanti vantaggi in quanto non ha bisogno di molte cure ma allo stesso tempo impoverisce la dieta di contadini che si ammalano di pellagra ovvero assenza di vitamina. In europa l'aristocrazia terriera ovvero i nobili che avevano i campi, preferivano vivere di rendita piuttosto che migliorare i sistemi di coltivazione delle loro terre. In Russia l'agricoltura era molto arretrata e i contadini potevano essere venduti insieme alle proprietà e vincolati dalle corvees ovvero giorni di lavoro gratuito. L'unica eccezione in europa è l'Inghilterra dove si pratica un'agricoltura intensiva su campi recintati.

Il sistema manifatturiero


Nell'Europa del 700 e 600 continua a prevalere l'attività tessile e la produzione artigianale nelle botteghe.
Si verifica anche che i contadini per integrare il loro reddito nei tempi morti delle loro attività, si dedicassero ad alcune lavorazioni manifatturiere a casa loro.
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email