pexolo di pexolo
Ominide 6525 punti

Costituzione dell’anno III (1795)

Diversamente dalla precedente, essa viene applicata e resta la Costituzione della Rivoluzione francese fino all’avvento di Napoleone. Ad essa si premette una Dichiarazione dei doveri: si introduce una elezione a doppio grado, un sistema adottato per filtrare la spinta emotiva delle masse nella partecipazione al processo elettorale, perché le masse moderate dei rappresentanti si ritiene siano più morigerati nell’eleggere gli elettori dell’Assemblea legislativa. L’organo legislativo viene organizzato su due Camere: anche in questo caso si pensa che la Camera del Consiglio degli anziani possa bilanciare eventuali radicalizzazioni che potessero emergere nel Consiglio dei 500, l’assemblea legislativa all’elezione della quale tutti i cittadini partecipano. L’esecutivo viene dato al Direttorio, un gruppo di 5 persone, una sorta di Consiglio dei Ministri che deve fare le leggi e mantenere l’ordine. Il timore della ripresa della destra è così forte che la Convenzione, prima di varare la Costituzione nel ’95, impone una legge in base alla quale i 2/3 del legislativo composto dal Consiglio dei 500 e dal Consiglio degli anziani debba essere eletto necessariamente fra i membri della Convenzione che aveva condannato a morte Robespierre. La paura era che il partito monarchico, in fortissima ripresa dopo l’esecuzione di Robespierre, vincesse le elezioni: in questo caso, anche se ciò fosse accaduto, coloro che avevano condannato a morte Robespierre avrebbero composto i 2/3 dell’Assemblea legislativa, per evitare una minaccia molto concreta di un ritorno alla vittoria del partito monarchico.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email