Mongo95 di Mongo95
Ominide 6474 punti

Attuazione della Costituzione francese


Tutti i funzionari pubblici sono eletti, così come i giudici, ogni anno. Il coinvolgimento del popolo si ha anche nell’arruolamento dell’esercito, composto dal popolo intero, in una militarizzazione completa della società. La Francia è l’alleato naturale dei popoli liberi, senza ingerenze nel governo di altre nazioni, ma ci si aspetta lo stesso dagli altri Paesi. Non si fa la pace con un nemico che occupa il territorio. La polemica qui è diretta contro il generale Dumouriez, che dopo la vittoria di Valmy era entrato in conflitto con la Convenzione e si era accordato con i nemici per lasciarli invadere la Francia.
La Costituzione conferma il potere centrale nel corpo legislativo, ma appunto vede il popolo come continuo protagonista della vita delle istituzioni politiche. La Costituzione stessa è sottoposta alla sua approvazione, e viene accolta da circa 2 milioni di voti a fronte di 10.000 contrari. Non è previsto nessuno Capo dello Stato, nemmeno potere esecutivo autonomo, il suffragio è universale e diretto, a garantire appunto l’affermazione della sovranità popolare.
È quindi una costituzione di “difficile” attuazione, implicando la continua mobilitazione del popolo intero. Non c’è nemmeno un organismo che sorvegli sul rispetto della Costituzione stessa, perché ciò avrebbe implicato un’istituzione che sta la di sopra del potere univoco e principale del corpo legislativo. Si riconferma quindi il carattere monistico.
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze