Ominide 6604 punti

La prima crociata

La prima crociata ufficiale, detta "dei baroni" o "feudale", partì nel gennaio del 1097. Era costituita da guerrieri provenienti da tutta Europa, organizzati in gruppi, al comando di signori come Goffredo di Buglione, della regione francese della Lorena, Raimondo di Tolosa e Boemondo d'Altavilla, uno dei signori normanni dell'Italia meridionale, buon conoscitore dei metodi di guerra e della mentalità dei musulmani. Non partecipò invece alla crociata l'imperatore Enrico IV, in urto con il papato.
Non conosciamo il numero preciso di quanti partirono, forse più di centomila persone, tra guerrieri e pellegrini. Sappiamo solo che la maggioranza di loro morì prima di raggiungere Gerusalemme, non solo a causa dei combattimenti, ma anche per il caldo, la sete e le malattie.
Dopo essersi accordati con l'imperatore d'Oriente Alessio I, che si fece nominare capo della spedizione, nella speranza di ottenere dei territori, nel 1097 i crociati conquistarono Nicea; poi attaccarono Antiochia (1097) e infine Gerusalemme che venne espugnata nel 1099 dopo un difficile assedio: la popolazione musulmana fu quasi interamente massacrata.

Senza rispettare l'accordo con Bisanzio, dai successi militari crociati nacquero gli Stati crociati d'Oriente (Regno di Gerusalemme, Regno di Armenia, Contea d'Edessa, Principato di Antiochia, Contea di Tripoli) la cui organizzazione ricalcava il sistema feudale dell'Occidente. Il più importante tra questi Stati, il Regno di Gerusalemme, venne affidato a Goffredo di Buglione che assunse la carica di advocatus, ossia di Protettore del Santo sepolcro, ma non di re. Questo perché, come fu detto "non era opportuno cingere una corona d'oro là dove Cristo era stato coronato di spine". In realtà, quello che si voleva sottolineare era che il dominio del nuovo regno spettava alla Chiesa: infatti il termine advocatus designava comunemente il laico che si occupava di curare gli interessi temporali della Chiesa.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email