Ominide 14610 punti

Poteri locali


Papa Bonifacio VIII (il papa in lotta contro Dante Alighieri) mira alla supremazia politica della Chiesa sull’Europa: entra in conflitto con Filippo IV re di Francia, chiamato Filippo il Bello, che sostiene l’indipendenza del potere politico da quello spirituale. Perchè succede questo? Perchè Filippo il Bello aveva imposto delle tasse sui beni ecclesiastici senza aver “chiesto il permesso” al papa Bonifacio VIII; quei soldi gli servivano per aumentare le risorse per la guerra che stava combattendo contro l’Inghilterra.
Il papa minaccia allora il re di scomunica e di deposizione; Filippo risponde con la forza e cerca di arrestare Bonifacio, così nel 1303 aiutato dai vescovi francesi va a prendere il papa ad Anagni (dove si era rifugiato), questo episodio è noto come “schiaffo di Anagni” ed è importante perché in questo modo l’imperatore dimostra come anche le cariche religiose fossero sottomesse alle leggi civili.

Nel 1305 viene eletto papa il francese Clemente V e la sede papale è trasferita ad Avignone: questo periodo è definito cattività avignonese perché, per quasi 70 anni, il papato è sottomesso ai re francesi e tenuto lontano dalla sede di Roma.
La sede è riportata a Roma nel 1377 da papa Gregorio XI.
Alla morte di questo papa nasce un conflitto per la successione: per 30 anni sono nominati contemporaneamente due papi contrapporti (Grande Scisma d’Occidente) e la Chiesa perde tutto il suo prestigio.
Durante il periodo “dei due papi” le ragioni del conflitto erano anche politiche (la guerra dei Cent’anni tra Francia ed Inghilterra): infatti i francesi e i loro alleati sostenevano il papa avignonese, gli inglesi e l’impero sostenevano il papa italiano.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Poteri universali