Ominide 1660 punti

Le migrazioni
Il delicato equilibrio che si era stabilito sulle frontiere orientali dell'Impero viene rotto a partire dal IV secolo, quando cominciano a premere sulle tribù germaniche popoli nomadi di provenienti da est. Tra essi spiccano gli Unni che modificheranno l'assetto etnico dell'Europa, costringendo i Germani a cercare scampo verso ovest, al di là dei confini romani.
Società e cultura
I Germani sono divisi in clan patriarcali, dominati dall'aristocrazia dei guerrieri e sono governati dall'assemblea dei capi, i più valorosi tra i quali diventano re. Vivono in semplici villaggi coltivando la terra comune e si spostano in grandi migrazioni collettive quando il terreno, esaurito, diviene sterile. I contrasti interni sono risolti dalla vendetta o dalle terribili prove del 'giudizio di Dio'. I Germani sono abili nel fabbricare efficaci armi in ferro e nell'oreficeria.

I Regni romano-barbarici
I popoli germanici che nel V secolo migrano verso ovest penetrano facilmente le difese dell'Impero in declino e occupano territori in cui, progressivamente, costituiscono Regni romano-barbarici:i Visigoti si insediano in Spagna.
Il regno di Teodorico
Gli Ostrogoti,guidati in Italia dal re Teodorico per ordine di Bisanzio,sconfiggono Odoacre e costituiscono un regno che,come gli altri,si regge sulla separazione tra la componente romana,che lo amministra e quella germanica,che lo difende militarmente.Ma il tentativo di integrare tradizioni e abitudini,dividendo equamente le terre,elaborando un codice di leggi comune e facendo della corte di Ravenna,la capitale,un importante centro d'arte e di cultura,fallisce:gli Ostrogoti rifiutano molti aspetti della civiltà romana e i contrasti religiosi con Bisanzio li spingono,in quanto ariani,a perseguire i cristiani.
La società
Il Medioevo, considerato un'età oscura dai rinascimenti ed esaltato invece dai romantici, è un periodo lungo, articolato e complesso in cui si mescolano elementi di involuzione e di progresso.
Nei Regni romano-germanici le strutture della civiltà romana si trasformano: le città si spopolano per le invasioni e le carestie; le tasse spingono i contadini a cedere la terra a potenti latifondisti; le entrate fiscali si riducono;secondo il principio della personalità del diritto, Romani e Germani vivono insieme,ma con leggi diverse.
La religione
La religione cristiana influenza profondamente la visione del mondo altomedievale.
La provvidenza guida la storia degli uomini: la vita è un pellegrinaggio lungo il quale sacrificio, penitenza e disegno per i valori mondani possono far ottenere la salvezza.
La cultura e il sapere
La Chiesa ha il monopolio del sapere e lo trasmette rendendolo coerente con la dottrina e la morale cristiana: fondamentali le Sacre Scritture e le opere dei padri della Chiesa.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email