ila248 di ila248
Ominide 45 punti

Dal Comune alla Signoria

In Europa occidentale si consolidavano i primi Stati nazionali, mentre in italia invece, vi era lo stato della chiesa e tanti piccoli stati regionali ognuno dei quali lottava per la propria indipendenza, nessuno dei quali sufficientemente potente per poter creare un regno nazionale. la crisi del 300 aveva indebolito i comuni italiani nei quali le lotte e le contese divennero sempre più frequenti all'interno di tutta la società, il podestà non bastava più per mantenere la tregua, tanto da mettere in crisi l'economia. il popolo aveva bisogno di un governo forte capace di mantenere l'ordine pubblico. alcuni signori feudali '' valorosi comandanti militari'' si impadronirono del potere (appoggiati dal popolo) così tra il XIII-XIV sec. parecchi comuni affidati all'autorità personale dei signori si trasformarono gradualmente in signorie. questi signori giunti al potere lasciavano in vita i consigli cittadini, non volevano dare l'impressione di esercitare una dittatura) tuttavia concentrarono tutti i poteri nelle loro mani esercitandoli liberamente. solo più tardi cercarono di ottenere un riconoscimento ufficiale del potere (dal papa e imperatore). attraverso l'assegnazione di un titolo nobiliare, intorno al XV secolo si crearono delle dinastie signorili, all'interno delle quali il potere di governare passava di padre in figlio,e si parla di principati. all'interno delle signorie c'erano vari conflitti e contese, originati dal desiderio di espansione. tanto che si giunse ad un accordo per salvaguardare lo Stato italiano 1454, pace di lodi. con esso ogni stato italiano si impegnò a non intraprendere guerre con altri stati. tuttavia la nascita dei principati non contribuì a creare pace all'interno dell'italia. le lotte si intensificarono sia all'interno delle signorie ma anche tra una signoria e l'altra.. infatti in alcune città la famiglie nobili tentavano di rovesciare le dinastie regnanti per prendere il loro posto. ogni signore cercava di accrescere i propri possedimenti, attraverso lunghe guerre di conquista, nacquero così le compagnie di ventura (truppe mercenarie) esse si chiamavano così perché si nominava un capitano che a volte prendeva il sopravvento.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email