Genius 13137 punti

Un nuovo orizzonte: la foresta

Per l’uomo dell’Alto Medioevo, la foresta, è presenza incombente, che domina quasi ovunque il suo orizzonte. In un’Europa ancora quasi spopolata, i villaggi circondati dai campi coltivati appaiono come isole immerse in un mare di boschi e foreste. Ancora dopo il Mille, per esempio, gran parte della pianura padana, il luogo dove si sarebbe sviluppata una delle forme di agricoltura più progredite d’Europa, è una landa coperta di boschi e paludi. La foresta è un luogo che può celare minacce reali o fantastiche: innanzitutto il lupo, l’animale più emblematico dei pericoli della foresta, nonché il protagonista di innumerevoli storie e leggende; poi ci sono gli esseri che l’immaginario medievale ha ereditato dal passato germanico e celtico, elfi, fate, gnomi, draghi, creature che hanno nella foresta il loro terreno di elezione.

Le minacce non provengono tuttavia solo dal mondo dei non umani. La foresta è anche uno spazio abitato da un’umanità marginale e sfuggente, è il rifugio dei fuorilegge di ogni risma; basti pensare a quella che è forse la più clebre inglese di Sherwood, regno di Robin Hood. Ma proprio l’ambigua figura di Robin Hood offre un altro aspetto della questione: la foresta come luogo di libertà, scelta per sfuggire all’oppressione dei signori e dei suoi sgherri, alle gerarchie del potere monarchico e feudale, dove è possibile sperimentare forme di società diverse, come quella appunto dei libri e uguali “allegri compari di Sherwood”. La foresta può quindi anche essere la sede di un’utopia.
Il fatto che la foresta sia considerata come il contrastare del mondo “umanizzato” non ha quindi solo una connotazione negativa. Nella “selva oscura” ci si può certamente perdere e vi si possono fare brutti incontri ma ci si può anche ritrovare. Anche in Dante del resto il perdersi nella foresta ha in fondo un doppio significato: è lo smarrirsi nel peccato ma anche l’allontanarsi dal consorzio umano per iniziare un itinerario spirituale.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email