Ominide 106 punti

La ripresa demografica ed economica


•Tra il X e l’XI secolo si verificò in Europa un notevole aumento demografico, favorito soprattutto dallo sviluppo dell’agricoltura che portò a una crescita della produzione e, di conseguenza, a una maggiore disponibilità di alimenti. A sua volta, la crescita della popolazione diede impulso allo sviluppo agricolo, perché più contadini poterono mettere a coltura più terre.
•Le cause della crescita della produzione agricola vanno cercate nell’estensione delle terre coltivate e nel miglioramento delle tecnologie applicate al lavoro dei campi. La rotazione triennale permise di diversificare la produzione e di aumentare la produttività; l’aratro pesante si rivelò particolarmente adatto nelle zone dove prima c’erano foreste o terreni paludosi; la diffusione dei mulini aumentò la capacità di lavoro per la produzione di farine e di olio e introdusse un’importante innovazione: per la prima volta l’energia meccanica sostituì quella animale, con notevole incremento della produttività.

Le conseguenze sociali


•Monaci e feudatari favorirono l’opera di dissodamento e di bonifica di nuove terre. Per i feudatari la fondazione di nuovi villaggi era particolarmente vantaggiosa, perché comportava l’estendersi delle terre da loro controllate e un aumento delle ricchezze.
•Anche le condizioni dei contadini migliorarono. Alle corvèes si sostituirono veri e propri contratti che spingevano i contadini a produrre di più; la mezzadria, in particolare, prevedeva che i prodotti venissero divisi fra il coltivatore e il padrone in maniera più equa che in passato.

L'espansione dell'Europa e le Crociate


•Mentre in Occidente si realizzava la ripresa economica, in Oriente l’avanzata dei turchi, una popolazione originaria dell’Asia centrale che si era convertita all’islam, giunse a minacciare Costantinopoli.
•Nel 1095 papa Urbano II lanciò un appello alla cristianità perché si armasse per andare in aiuto dell’impero d’Oriente a liberare la Terrasanta. Migliaia di persone di ogni ceto risposero all’appello e diedero vita a un vero e proprio “pellegrinaggio armato” che si risolse in un fallimento. Solo nel 1099, la prima crociata organizzata dai signori feudali riuscì a conquistare Gerusalemme.
•Gli stati dei crociati in Oriente non ebbero però lunga durata: nel 1187, il sultano d’Egitto Salah al-Din riconquistò Gerusalemme. Alla prima crociata ne seguirono altre nove, nessuna delle quali riuscì a ripetere il successo della prima.
Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email