Ominide 1778 punti

Con la seconda rivoluzione industriale ci fu una vera e propria colonizzazione simile a quella di Spagna e Portogallo tra il '400 e il '500, che vide come protagonisti i paesi europei che colonizzarono l'Asia e l'Africa. Si passa infatti dal 1910 in cui gli europei controllavano il 65% delle terre, al 1914 in cui gli europei controllavano l'86% delle terre. Gli europei erano superiori in quanto erano più istruiti e conoscevano cose che gli altri non conoscevano.
Oltre a questi essi avevano una prevalenza scientifica e tecnologica con la lavorazione dell'acciaio, la costruzione di armi, il trasporto di persone e merci e lo studio di materie come la fisica e la chimica. I paesi europei e gli USA avevano anche una superiorità organizzativa e politica in quanto avevano le conoscenze e l'istruzione per comandare e amministrare e soprattutto la superiorità economica in quanto conoscevano molto bene le pratiche dell'acquisto, della vendita e della produzione. A causa della superiorità europea e quindi dell'uomo bianco si andarono a sviluppare delle tesi totalmente razziste che andavano a giustificare la dominanza politica, dicendo che i territori andavano dominati, quella economica, dicendo che bisognava intervenire per sfruttare le persone e quella culturale dicendo che bisognava imporre la propria civiltà.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email