Ominide 500 punti

La seconda rivoluzione industriale

Tra la fine dell'ottocento e l'inizio del 900, Europa, Stati Uniti e Giappone conobbero un imponente processo di sviluppo a livello economico, tale processo prende il nome di seconda rivoluzione industriale. Questo lasso di tempo è stato caratterizzato in anzituttodagli imponenti successi che si verificarono nel campo della ricerca scientifica e dalle profonde innovazioni tecnologiche, tutto questo contribuì a migliorare i processi produttivi dell'industria e influirono in maniera positiva sulla vita quotidiana della popolazione.Il carbone e dell'acciaio furono i materiali determinanti della seconda rivoluzione industriale, insieme ad un nuovo tipo di energia: l'elettricità. Nasce un nuovo tipo di industria, la siderurgia, incentrata sui processi di produzione di nuovi materiali tra cui l'acciaio,Questo settore divento quello trainante dell'industria dell'epoca.fecero importanti passi anche nel campo della chimica. Lampadineiniziarono a illuminare strade e casa, il motore a scoppio apri la strada ad un nuovo tipo di mezzo di trasporto, ancora tutt'oggi in uso, l'automobile.

Inoltre fece il suo primo volo aeroplano, un mezzo di trasporto destinato a grande futuro.le imprese Continuavano a diventare sempre più grandi e potenti: le maggiori si fusero tra loro o conquistarono le più piccole. Retrocesso di compravendita diede modo agli industriali di controllare e dividersi al meglio ogni parte del mercato. Un analogo sviluppo coinvolte le banche.un limitato numero di banche sempre più grosse gestiva la parte più grande del risparmio e del ricavato delle imprese. Tramite questi processi si avviava un periodo di decisa commistione di interessi tra le aziende e i banchieri.il lato negativo della seconda rivoluzione industriale fu che in questo periodo non fu caratterizzato da un progresso economico, sociale e culturale uniforme su tutto il territorio. Nella seconda metà dell'ottocento si registrò infatti una forte crisi dei profitti nel settore primario, specie nell'agricoltura,Dovuta all'importazione di prodotti agricoli a basso costo dagli stati uniti, che lasciò senza lavoro un elevato numero di contadini europei. Si innescò quindi una consistente immigrazione verso le americhe. Per far fronte alla crisi I governi e imposero altissimi da dazi doganali. Tali politiche, unite alla concentrazione industriale e bancario, attenuarono gli effetti del liberalismo politico ed economico praticato finoA quel tempo.
Nascono anche i nuovi modi di lavorare come il Taylor Ismo e il fordismo basati sull'organizzazione scientifica del lavoro in fabbrica per quanto riguarda il terrorismo, e la catena di montaggio per quanto riguarda il fordismo. Questi venti furono inventati rispettivamente da Frederic Taylor e Henry Ford.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email