Ominide 600 punti

Società di consumatori e di massa


La Seconda Rivoluzione Industriale, a differenza della Prima, aveva cominciato a offrire beni di consumo durevoli come telefono o automobile, di conseguenza, nei cittadini si manifestò subito il desiderio di averli, in questo modo si formò la società di consumatori. Gli Stati Uniti furono i primi a soddisfare questi bisogni migliorando le tecniche di distribuzione: impiantarono grandi magazzini, i centri abitati più piccoli e le zone di campagna più lontane dal centro, venivano raggiunti attraverso la vendita per corrispondenza e inoltre, furono escogitate varie forme di pagamento rateale per le classi più povere.
Poiché a quel punto, era necessario produrre di più e a mercato migliore, nel 1909 l'industriale statunitense Henry Ford costruì una nuova automobile, chiamata "Modello T" che si rivolgeva maggiormente alla "middle class" (classe media); il Modello T era molto più piccolo di una macchina di lusso ed era composto da pochi pezzi, il suo prezzo al pubblico era quindi accessibile già in partenza.
Per abbassare ancora il prezzo di questa nuova macchina, l'ingegnere statunitense Frederick Taylor aveva ideato una nuova organizzazione del lavoro che fu chiamata "taylorismo", essa frazionava estremamente la divisione del lavoro con una serie di mini-operazioni più semplici, così facendo, la velocità di produzione aumentava, i costi diminuivano, il numero di prezzi prodotti si moltiplicava e, di conseguenza, il prezzo di vendita scendeva e i profitti salivano.
Nel 1913 Ford applicò questa teoria nella sua fabbrica introducendovi la catena di montaggio (un nastro mobile che trasportava pezzi tutti uguali), con questo sistema gli operai non interrompevano mai il ritmo della catena; Ford, con questo sistema riuscì a realizzare la produzione in serie, che consentiva di mettere in mercato 2 milioni di automobili all'anno. Però, il sistema della catena di montaggio, aveva una faccia negativa, poiché gli operai che sostenevano i ripetitivi e massacranti ritmi di lavoro non riuscivano più a sostenere tale stress fisico e mentale quindi Ford cercò di esaltarli con una serie di privilegi speciali (nessuna fabbrica ne aveva):
  • • ridusse l'orario giornaliero a 8 ore invece che 10
    • gli concesse aumenti salariali molto superiori a quelli delle altre industrie
    • a fine anno distribuì premi di produzione a tutti a patto che si raggiungessero gli obbiettivi prefissati.
In questo periodo si sviluppò quindi la società di massa cioè la società in cui la maggioranza degli abitanti vive concentrata nelle città e non più nelle campagne; qui le persone hanno più facilità e frequenza che in passato, a entrare in rapporto tra loro poiché lavorano in grandi aziende, abitano in grandi edifici e hanno a disposizione mezzi di trasporto, di formazione e di comunicazione.
Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità