Ominide 1778 punti

Tra il 1814 e il 1815 con il congresso di Vienna si da vita alla restaurazione: in questo congresso si decide che dev'essere cancellata la rivoluzione francese e Napoleone come se non fosse successo niente ma come vedremo in seguito questo non avverrà perché i cittadini non lo dimenticheranno.
Con il patto della Santa Alleanza nel 1815 i firmatari che sono: l'Imperatore d'Austria, il Re di Prussia, e l'Imperatore di Russia si impegnano a darsi assistenza reciproca in caso di necessità. Con la dichiarazione di Troppau si insiste sulla legittimità per far restare i sovrani al proprio posto per evitare rivoluzioni interne e quindi per evitare il rischio di una rivoluzione come quella napoleonica che ha segnato l'Europa. Chi aveva rivoluzioni al suo interno non poteva entrare nel patto perché prima doveva sistemare le cose. Un esempio è quello del regno delle due Sicilie. Non firmarono il patto la Francia, il regno delle due Sicilie, il Portogallo e la Spagna. Riassumendo con questi tre congressi si vuole portare: legittimità e riportare l’Europa alla situazione precedente la Rivoluzione Francese, equilibrio con una sorta di collaborazione dando assistenza, aiuto e soccorso in caso di bisogno e intervento con l'esclusione di tutti gli stati in cui si verificano rivolte o guerre civili per evitare un'altra rivoluzione.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email