Sapiens 8028 punti

La medicina egizia


I papiri che abbiamo ritrovato ci danno un gran numero di notizie sugli argomenti più vari. Molti ‘il trattano di medicina, chirurgia, erboristeria. Sappiamo così che la medicina degli Egizi fu costituita da una mescolanza di magia e di conoscenze pratiche e tecniche veramente notevoli.
ne Un papiro risalente al 1550 a.C. contiene 700 ricette mediche che prescrivono l’uso di erbe medicinali o di preparati ottenuti con interiora di animali; le ricette sono accompagnate da preghiere e formule magiche. Alcune cure mostrano uno straordinario livello di conoscenza e di efficacia: per esempio, una ricetta contro la cecità notturna (causata da mancanza di vitamina A) prescrive l’uso del fegato di bue, che appunto contiene tale vitamina. In un papiro del 1600 a.C., trovato a Tebe, abbiamo invece la descrizione molto accurata di alcuni difficili interventi chirurgici; inoltre vengono date istruzioni su come staccare le ossa e avvolgerle in bende piene di colla(che seccandosi diventano come un gesso).
La pratica dell'imbalsamazione dei defunti portò ad approfondire la conoscenza del corpo umano e ad approntare strumenti chirurgici di buona fattura,efficaci e precisi. Inoltre gli Egizi curavano molto l'igiene degli strumenti e la pulizia delle ferite, e anche questo aveva la sua importanza per il successo degli interventi chirurgici eseguiti.
Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove