Genius 38117 punti

Dal villaggio sorge una città



Oltre, che alla vicinanza di un grande fiume, le civiltà avevano un altro elemento comune: le città. Nate da villaggi che nel tempo si erano ingranditi, queste comprendevano numerose abitazioni e botteghe, ma anche edifici per l'uso collettivo, come il tempio dedicato al culto della divinità. Nel palazzo risiedeva il re, considerato da tutti i suoi sudditi o il rappresentante degli dei sulla Terra o addirittura il loro figlio. Probabilmente i primi re furono scelti tra i sacerdoti più autorevoli, e ne conservarono per secoli una doppia autorità: quella religiosa, come figli o rappresentanti degli dei; e quella politica, cioè il potere di governare il popolo e di decidere la pace e la guerra.
Il sovrano costituiva il vertice dell'organizzazione sociale. Subito sotto di lui si trovavano i nobili (grandi proprietari terrieri, comandanti militari, alti funzionari del palazzo)e i grandi sacerdoti del tempio. Seguivano poi nella scala sociale funzionari e sacerdoti di livello Inferiore, e quindi commercianti, artigiani, contadini, lavoratori specializzati, soldati, braccianti.
Sul gradino più basso, infine, si trovavano gli schiavi. Questi ultimi erano soldati nemici ratto ratti in guerra, oppure debitori che non avevano restituito quanto dovuto, Oppure ancora persone che, per non morire di fame, avevano volontariamente venduto la propria libertà.

La pianta della città sumerico di Nippur incisa su una tavoletta d'argilla del tempo viene ricostruita oggi in un disegno interpretando le incisioni della tavoletta.
Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email