Ferdinando Magellano
(1480-1521)

Fu un navigatore portoghese. Discendeva da una nobile famiglia aristocratica e dopo la morte dei genitori crebbe alla corte della regina Eleonora di Portogallo come paggio.
Nel 1505 seguì Francesco de Almeida (viceré), combattendo contro i musulmani sulle coste orientali del continente Africano (anche del Malabar). Nel 1511 partecipò alla presa di Malacca.
L'esperienza acquisita nelle Indie, convinse Magellano che la rotta più conveniente per le Molucche passasse per l'Atlantico e il Pacifico e non per il capo di Buona Speranza, sfruttando lo stretto la cui esistenza era ancora da dimostrare.
Ferdinando Magellano passò al servizio della corona spagnola. Dopodiché Carlo V accolse e finanziò il progetto per le Molucche.
Magellano partì con 5 navi e 265 uomini da Sanlucar de Barrameda il 20/09/1519. Due navi però affondarono.
IL 31/12/1519 le navi buttarono l'ancora a Rio de Janeiro, proseguendo poi verso sud. IL 21/10/1520 fu avvistato lo stretto. Per attraversarlo ci vollero 38 giorni. Vennero poi avvistate alcune isole del gruppo delle Marianne, dove la flotta si rifornì e da dove poi continuò il viaggiò raggiungendo le Filippine.

Magellano fu poi ucciso in uno scontro con popolazioni indigene; nonostante ciò le navi rimaste giunsero alle Molucche nel 1521. A questo punto iniziò il viaggio di ritorno: la nave Victoria approdò a Sanlúcar con soli diciotto sopravvissuti; la Trinidad invece si fermò Ternate ove fu catturata dai portoghesi.
IL viaggio di Magellano ebbe grandi conseguenze scientifiche: dimostro la sfericità della Terra e sollevò il problema della linea del cambiamento di data. Politicamente però non ci furono molti frutti: la rotta era stata trovata ma era difficile da percorrere, tanto che le isole furono vendute al Portogallo.
L"impresa di Magellano fu oggetto di molte realazioni: la più completa fu quella A. Pigafetta; Pietro Martire d'Anghiera inserì il resoconto del viaggio nelle sue Decadi, dopo aver interrogato i superstiti; inoltre Nuno Garcia de Toreno tracciò una nuova carta geografica delle regioni orientali, servendosi dei dati forniti dai compagni di Magellano.

Amerigo Vespucci
(1454-1512)

Amerigo Vespucci fu un navigatore fiorentino. Egli ricevette una cultura umanistica; nel 1479 accompagnò in qualità di segretario un parente, inviato dai Medici oratore al re di Francia, restandoci fino al 1480. I Medici inviarono Vespucci a Siviglia nel 1491, dove avevano un'agenzia di navigazione. Alla morte del direttore (1495) Vespucci prese il suo posto. Probabilmente a  questo periodo risalgono i primi rapporti con Cristoforo Colombo. L'attività navigativa di Vespucci cade tra il 1497 e il 1504. Nel 1508, assunta la cittadinanza spagnola, fu nominato all'alto ufficio di piloto mayor che conservò fino alla morte. 
I VIAGGI. Sulle navigazioni di Vespucci si hanno molte controversie, su cui si basano due serie di documenti.
La prima è costituita da una lettera, probabilmente diretta al  gonfaloniere Pier Soderini, e da due rifacimenti in latino della stessa.
La seconda serie è costituita da tre lettere private dirette da Vespucci a due membri della famiglia Medici in cui si riferiscono solo due viaggi.
Sicuro è il viaggio effettuato tra il 1499 e il 1500. La spedizione era diretta ad Haiti, ma il viaggio venne deviato,  favorendo la scoperta del Rio delle Amazzoni e proseguì lungo le coste del Brasile fino a capo sant'Agostino , tornò indietro,  raggiunse Trinidad e si ricongiunse con l'altra nave ad Haiti. Tornato in Spagna nel 1500 Vespucci si accinse ad una nuova esplorazione che la Spagna non volle finanziare,  così Vespucci passò al servizio del Portogallo.  Egli parte nel 1501 da Lisbona. Raggiunse le coste brasiliane, e scoprì la baia di Rio de Janeiro,  e in rapida corsa procedette lungo le coste della Patagonia.  Anche sul viaggio di ritorno non si hanno informazioni sicure. Piano piano cominciò a diffondersi l'idea che la terra scoperta da Colombo non facesse parte dell'Asia ma fosse un continente a parte,  a cui fu dato il nome America, dal suo scopritore.
Vespucci tornò al servizio della Spagna,  prendendo il ruolo di piloto mayor,  ossia colui che esaminava i piloti e capitani che aspiravano a navigazioni d'oltremare per giudicarne le capacità,  e colui che componeva il padron real, ossia la carta ufficiale delle nuove terre e delle rotte ad esse dirette.
Vespucci tenne sempre i suoi diari di viaggio e costruì carte originali: molti di questi andarono nelle mani del suo continuatore e sono ormai perse.

Cristoforo Colombo
(1451-1506)
Cristoforo Colombo fu un navigatore genovese, proveniente da un famiglia di tessitori di lana. Egli si impiegò presso ditte commerciali per conto delle quali viaggiò diverse volte. Nel 1479 si stabilì definitivamente a Lisbona. Dopodiché si sposò. In quel tempo probabilmente concepì il progetto di raggiungere le Indie navigando verso Occidente attraverso l'Atlantico. Questo progetto si basava su tre premesse errate: che il diametro del globo terrestre fosse minore di quello che è in realtà;che l'estensione del continente antico sia maggiore di ciò che in realtà è; che sul percorso si dovessero incontrare delle isole. Colombo nel 1481 venne a conoscenza di Toscanelli e delle sue teorie. Il Portogallo però rifiutò i progetti di Colombo, causando così il suo trasferimento in Spagna. A Cordoba entrò in relazione con l famiglia Harana, e da una ragazza di questa famiglia, da cui ebbe un figlio illegittimo. Le ultime difficoltà furono vinte allorché l'impresa che più premeva alla regina Isabella raggiunse il suo compimento.
LA PRIMA SPEDIZIONE. Con la convenzione di Santa Fe, Colombo ottenne tre navi, la garanzia di un titolo e di viceré delle terre di cui avrebbe p reso possesso la Spagna. La Nina, La Pinta e la S. Maria vennero allestite nel porto di Palos, con un equipaggio di ca. 90 uomini. Partirono il 3 Ottobre 1492, e già arrivati alle Canarie si fermarono quattro settimane per riparazioni. Il 6 Settembre cominciò la traversata in mare aperto, e fino al 12 ottobre non fu incontrata alcuna terra, quando fu avvistata un'isola battezzata San Salvador. Nei giorni seguenti furono scoperte Cuba e Haiti, sulle cui coste naufragò la S. Maria. Nel 1493 Colombo riprese la via del ritorno e il 15 Marzo 1493 era di nuovo a Palos. Le accoglienze furono trionfali.
LE SPEDIZIONI SUCCESSIVE
Intanto fu allestita una nuova spedizione con 17 navi e 1200 uomini. che scoprì parecchie isole, ma la colonia di Villa de la Navidad era distrutta; ne venne perciò costruita un'altra detta Isabella. Colombo poi tornò in Spagna per organizzare una terza spedizione. In questa alcune navi pervennero all'isola di Trinidad e scoprirono un lembo di terraferma.Colombo completò l'esplorazione di Haiti e consolidò la capitale Santo Domingo, ma non poté evitare che i partiti politici avversari prendessero il sopravvento. Fu inviato nella colonia un commissario che arrestò Colombo e la sua famiglia. Liberato. ebbe il consenso per una quarta spedizione. Irremovibile nella persuasione di aver raggiunto l'Asia, Colombo si inoltrò fino alle coste dell'America Centrale e si trascinò fino alla Giamaica. L'astro di Colombo era ormai tramontato: si affermava sempre più l'idea che le terre scoperte da Colombo fossero un Mondo Nuovo. Morì a Valladolid il 20 Maggio 1506. Fu sepolto provvisoriamente nel chiostro dei Francescani di Valladolid, poi in una cappella del convento Las Cuevas a Siviglia. Nel 1537 o nel 1541 i suoi resti furono tumulati nel duomo di Santo Domingo e nel 1796 nella cattedrale del'Avana; quando la Spagna perdette Cuba furono accolti in un fastoso monumento nel duomo di Siviglia (1898). Di Colombo si hanno parecchie lettere, alcune delle quali hanno il carattere di vere e proprie relazioni; i diari del primo e terzo viaggio, oltre ad alcuni brani del diario del secondo, in parte trascritti ed in parte riassunti da Bartolomé Las Casas, il cosiddetto Libro de las Memorias nel quali raccolse documenti e note varie, e il Libro de las Profecías ; in esso sono raccolti i passi della Bibbia e di scrittori antichi e medievali profetizzanti la sua missione di evangelizzatore di nuove terre.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email