Ominide 600 punti

Martin Luther KIng e il movimento per i diritti civili

Dal 16° secolo iniziò la tratta degli uomini africani, donne e uomini e bambini da i loro paesi vennero a lavorare nelle grandi piantagioni degli Stati del sud. Gli schiavi erano molto economici, per i padroni, per lavorare nelle piantagioni. Gli schiavi lavorano fino alla morte. Loro non erano liberi, erano sotto il controllo del padrone. Nel 1865 la schiavitù venne abolita in tutte le parti degli Stati Uniti d'America. Dal 20° secolo, gli americani neri non erano più schiavi ma non erano uguali ai cittadini americani. Loro non potevano votare, non potevano sedersi negli stessi autobus o negli stessi ristoranti degli Americani bianchi o andare nelle stesse scuole. Loro erano la seconda classe di cittadini. Loro erano segregati separatamente dai cittadini bianchi e erano trattati diversamente. Questo sistema era chiamato segregazione.

Questo cambiò con Martin Luther King. King fu un ministro Battista dell'Alabama e diventò il capo di uno dei più grandi movimenti di protesta del 20° secolo.
Nel 1955 la storia di una lavoratrice nera chiamata Rosa Parks causò massicce proteste pubbliche.
Rosa viveva in Alabama e lavorava per un grande centro commerciale. La polizia la arrestò perché si rifiutò di alzarsi dal suo posto in autobus. Il posto era riservato alle persone bianche. King protestò contro la compagnia degli autobus e per molte settimane i lavoratori neri smisero di andare sugli autobus. Questo "boicottaggio" durò fino a che gli autobus concordarono la fine della "segregazione" (separazione tra neri e bianchi).
Il movimento di Martin Luther King continuò e nel 1963 guidò 250.000 persone in una marcia a Washington DC. Lui dette il suo più famoso discorso nel 20° secolo. Fu chiamato il discorso "I have a dream…" (Io ho un sogno) perché lui usava le parole "I have a dream" molte volte nel discorso. Nel suo discorso King parlò dei suoi sogni per l'eguaglianza tra cittadini neri e bianchi in America.
King andò molte volte in carcere per le sue convinzioni, ma continuò a lavorare per l'eguaglianza. Alcune persone odiavano Martin Luther King per il suo lavoro e nel 1968 fu assassinato. Ma prima che questo accadesse, lui vide l'abolizione delle leggi razziali nel 1964-65 e vinse il Premio Nobel per la Pace nel 1964.
Martin Luther King fu uno delle più importanti persone nella storia dell'America.
Nel 1986 gli Stati Uniti iniziarono a tenere una festa pubblica in suo nome.

"Ho un sogno che i miei quattro piccoli figli vivranno un giorno in una nazione dove non saranno giudicati per il colore della loro pelle,
ma dal contenuto del loro carattere."

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email