Ittiti - La cultura


La scrittura ittita è di tipo cuneiforme; l’abbiamo decifrata e possiamo perciò leggere gli scritti, che sono soprattutto trattati politici e diplomatici ed elementi di diritto civile e penale.
Gli Ittiti ebbero un’architettura possente; costruirono grandi mura con porte sormontate da un leone rampante (questo motivo è particolare dell’arte indoeuropea). Gli Ittiti costruirono le case secondo uno schema tipico degli Indoeuropei e che verrà usato in seguito anche dai Romani: un cortile centrale scoperto intorno al quale erano le stanze.
Ci hanno anche lasciato grandi sculture intagliate direttamente nelle rocce.
La loro religione era sul tipo di quella di quasi tutti i popoli indoeuropei e rifletteva la ideologia di base degli Indoeuropei: nella vita tutto deve essere organizzato secondo una gerarchia che dipende da un capo riconosciuto da tutti. Ciò avveniva nella famiglia, nella organizzazione dello stato ed anche per quanto riguardava gli Dei: a capo delle varie divinità c’era un re degli Dei (come Zeus per i Greci, Giove per i Romani), che aveva a fianco una regina (Hera per i Greci, Giunone per i Romani). Gli altri Dei ubbidivano. Esistevano poi, nella religione ittita, anche i «demoni», figure fantastiche che facevano da intermediarie tra gli uomini e gli Dei.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email