Ominide 1778 punti

Direttive naziste

Tra la nascita del partito nazionalsocialista e la sua dittatura, trascorsero anni di preparazione in cui furono prese alcune direttive che furono un po' copiate dalle ideologie del partito nazionale fascista in Italia, in quanto parallelamente scorrevano queste due correnti politiche, entrambe di estrema destra, che puntavano al comando indisturbati. Le principali direttive prese dal partito nazionalsocialista furono: il riarmo (che dai patti di Versailles era vietato) e l'attacco alle altre nazioni per la conquista del proprio spazio vitale, come lo chiamava Hitler, danneggiando quindi gli altri popoli, l'instaurarsi e la dominazione indiscussa della razza ariana rispetto agli altri popoli, l'eliminazione delle razze inferiori come gli omosessuali, gli zingari, i portatori di handicap, i malati, ma anche i popoli che venivano considerati minori e quelli dal quale partivano tutti i mali dell'umanità come gli ebrei che vennero sterminati atrocemente dai nazisti. La Germania doveva essere guidata dal Führer (come in Italia dal Duce, che era Benito Mussolini) e bisognava trasmettere alle persone questi principi e queste ideologie attraverso l'utilizzo della propaganda per attuarle. Propaganda che è stata ed è importantissima per le pubblicità politiche che spingono la gente ad orientarsi su un partito.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità