Cultura Ellenica - Dal V al IV secolo


In questo periodo la cultura ateniese continuò a svilupparsi; particolare importanza assunse il teatro. Grandi autori tragici furono Sofocle ed Euripide, mentre Aristofane scrisse delle commedie argute e ricche di frecciate satiriche indirizzate contro gli uomini più in vista del tempo.
Fiorirono anche gli studi storici, con Tucidide e Senofonte.
Fra gli scienziati ricordiamo Ippocrate di Coo, il maggior medico greco, ed il filosofo Platone, mentre, tra gli artisti di questo periodo ci furono gli scultori Scopa, Prassitele, Lisippo.
Dei pittori non è rimasto nulla, anche se conosciamo i nomi di Apelle, Zeusi, Parrasio, i più famosi. Qualche idea dei loro quadri possiamo farcela guardando la pittura vascolare, cioè alcune decorazioni di ceramiche che spesso ripetevano i motivi di quadri celebri.
In quest'epoca ebbe ulteriore sviluppo l’architettura, che giunse a livelli tecnici straordinari che ancora oggi vengono studiati, imitati, elaborati gli ordini architettonici che essi usarono e che furono: l’ordine dorico, l’ordine ionico, l’ordine corinzio.
Importante anche il teatro dove di solito i magistrati, o i ricchi cittadini che organizzavano a loro spese le feste, bandivano un concorso per la presentazione di nuove opere teatrali; le opere venivano poi rappresentate nei teatri coperti o scoperti.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità