Genius 31421 punti

Caduta dell'Impero romano d'Occidente


All’epoca di Augusto, nacque in Palestina Gesù. La sua predicazione, che diffondeva idee di amore e di uguaglianza tra ricchi e poveri, e i suoi insegnamenti, che oltrepassarono i confini della Palestina grazie agli apostoli, ebbero enorme successo presso ogni città, ma attirarono contro i seguaci della nuova religione l’ostilità delle autorità romane. Iniziarono, così le persecuzioni, delle quali la prima fu ordinata da Nerone e la più grave dall’imperatore Diocleziano nel 303 d.C.
Questo imperatore è, però, ricordato anche per aver realizzato una grande riforma politica.
Egli, infatti, divise l’impero in quattro parti, due in Oriente e due in Occidente, e in dodici diocesi, suddivise a loro volta in province. Per coprire le spese militari e del governo, fu istituita l'annona, una nuova tassa che poteva essere pagata in o in moneta.
Le forti tasse richieste dallo Stato finirono per scoraggiare molti contadini e piccoli proprietari: così, per evitare che essi abbandonassero le terre che lavoravano, vennero costretti a risiedervi. Diocleziano cercò anche di tenere bassi i prezzi dei generi di prima necessità, ma il provvedimento fallì, avendo permesso al mercato nero di prosperare.
Le riforme di Diocleziano fallirono con i suoi successori. Tra questi emerse Costantino, che portò la capitale a Bisanzio, chiamata poi Costantinopoli, e riconobbe ufficialmente il cristianesimo con l'editto di Milano del 313 d.C.
Fu Teodosio I, nel 380 d.C., a fare della religione cristiana l’unica fede dell’impero. Con la sua morte questo imperatore divise l’impero tra i suoi figli Onorio e Arcadio. Al primo toccò la parte occidentale dell’impero, sottoposta agli attacchi continui delle popolazioni barbariche.
Nel 476 d.C. Odoacre, un generale barbaro, depose l’imperatore d’Occidente Romolo Augustolo.
Con questo evento si fa finire tradizionalmente la storia antica.
Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email