Erectus 3796 punti

I trattati di pace della Prima guerra mondiale


Bisogna premettere che al termine della guerra viene creata la Società delle Nazioni: il suo obiettivo è di regolare il rapporto fra i vari stati per evitare che scoppino altre guerre. Tuttavia, si trattadi un organismo debole, con poteri limitati perché non ne fanno parte la Russia, gli Usa e la Germania.
Prima di firmare i vari trattati, nel 1919 fu indetta a Parigi una conferenza di pace a cui parteciparono: Wilson per gli USA, Loyd George per la Gran Bretagna, Clemenceau per la Francia più altri stati vincitori. La posizione della Francia e della Gran Bretagna e di punire la Germania in modo esemplare, mentre gli USA propongono di tracciare i confini dei nuovi stati, tenendo conto delle varie nazionalità. Successivamente si inzia a firmare i vari trattati che in ordine cronologico sono.
1919 – Trattato di Versailles
1919 – Trattato di Saint-Germain
1920 – Trattato del Trianon
1920 – Trattato di Sèvres
Il trattato di Versailles fu concluso con la Germania la quale fu obbligata a pagare dei debiti di guerra molto importanti. che avrebbe dovuto soffocare l’economia tedesca e ridotto la popolazione alla miseria
La Francia recupererò l’Alsazia e la Lorena
Venne costituita la Polonia a cui fu data la possibilità di avere uno sbocco sul mare, assegnandole il corridoio polacco con la città libera di Danzica che di fatto divise la Germania in due parti e questa sarà una delle cause della 2.a guerra mondiale.
Le colonie tedesche furono attribuite in parte alla Francia e in parte alla Gran Bretagna. Inoltre la Germania fu costretta a ridurre notevolmente il proprio esercito e a risarcire pesantemente gli stati vincitori per i danni causati dalla guerra: il bacino minerario della Saar sarà sfruttato dalla Francia per 15 anni
Con i trattati di Saint-Germain e del Trianon, l’impero austro-ungarico venne smembrato ed anche l’Ungheria e la Bulgaria, anch’essi stati vinti, furono penalizzate. L’ Austria venne ridotta ad una piccola repubblica senza alcun sbocco al mare, con 6 milioni di abitanti di cui ben 1/3 solo a Vienna. Quindi un piccolo stato, come fu detto, con una grossa testa. L’Ungheria dovette limitare il proprio dominio solo sui territori abitati da popolazione magiara, mentre la Bulgaria perse una parte della Macedonia e della Tracia che passò alla Grecia
Sulle ceneri dell’ Impero Austro-ungarico nacquero così nuovi stati:
- Austria, Cecoslovacchia, Ungheria.
- La Slovenia, la Croazia, la Bosnia e la Serbia formarono il nuovo regno di Yugoslavia
- L’Italia ottenne il Trentino, l’Alto-Adige, Trieste e l’Istria
- La Lituania, la Lettonia, l’Estonia e la Finlandia diventano indipendenti. L’indipendenza a questi stati fu data con l’obiettivo di creare degli stati cuscinetto che avrebbe dovuto isolare la Russia dal resto dell’Europa e quindi allontanare il pericolo del bolscevismo
Con il trattato di Sèvres l’Impero Ottomano fu smembrato
Francia, Gran Bretagna, Grecia e Italia mantennero un esercito in Turchia, mentre la Siria e il Libano passarono sotto il controllo della Francia. La Palestina, l’Iraq e la Transgiordania passarono invece sotto il controllo della Gran Bretagna e questo costituirà il punto di partenza della questione palestinese
Dell’ex Impero Ottomano restò solo la Turchia che si trasformò in Repubblica, guidata da Ataturk. In seguito, La Turchia si trasformò in uno stato laico e moderno: la religione islamica diventarono una religione privata come tutte le altre, le scuole islamiche furono soppresse e sostituite da scuole di stato. La lingua araba fu sostituita dalla lingua turca e ee donne acquisirono il diritto di voto e all’istruzione
Nel 1923, fu firmato un nuovo trattato di pace che restituì alla Turchia vari territori che le erano stati tolti nel 1920
Fu firmato anche un trattato greco-turco, in base al quale i musulmani presenti in Grecia furono trasferiti in Turchia e i greci presenti in Turchia furono obbligati a trasferirsi in Grecia

Globalmente si può dire che il nuovo sistema creato dai vari trattati non era capace di dare all’Europa un assetto stabile, come invece era successo nel 1815 con il Congresso di Vienna. Le pesanti condizioni imposte ai vinti creeranno le condizioni per nuove crisi che giungeranno alla scoppio della Seconda guerra mondiale.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017