Video appunto: Storia dell'UE

Storia dell’UE



Il processo di unificazione dell’Europa inizia dopo la seconda guerra mondiale, e l’idea fu sviluppata da alcune personalità del tempo, tra le quali vi sono Alcide de Gasperi e Robert Schumann La CECA, comunità europea del carbone e dell’acciaio, è nata a seguito del trattato di Parigi ed è stata la prima forma di cooperazione tra stati europei, creata nel 1951, mirava allo sviluppo politico ed economico dei paesi fondatori, ovvero la Francia, il Belgio, il Lussemburgo, la Germania occidentale, i Paesi Bassi e l’Italia.
La CECA era nata per mettere in comune l’acciaio e il carbone attraverso scambi pacifici. Si voleva evitare infatti che la ricerca di queste materie scatenasse nuove guerre. Nel 1958 nasce la CEE (trattato di Roma), comunità economica europea, formata dagli stessi paesi della CECA ed hanno abolito i dazi doganali, ovvero le tasse di frontiera che si pagano per far passare le merci da uno stato all'altro. Dall'anno di fondazione della CEE al 1986 si aggiunsero altri sei paesi. Nel 1986 la commissione europea ha proposto di realizzare nei 12 paesi membri un unico grande mercato interno nel quale potessero circolare liberamente non solo le merci, ma anche le persone, i capitali e il lavoro. Nel 1993 il mercato comune europeo, che si è rivelato fondamentale per lo sviluppo della CEE, ma ogni paese possedeva ancora la propria moneta. Nello stesso anno la CEE ha cambiato nome in UE, la quale oggi conta 27 paesi.

Con il trattato di Maastricht gli stati dell’UE si sono impegnati a raggiungere l’unione economica e monetaria adottando una moneta unica, infatti dal 2002 l’euro ha sostituito le vecchie monete internazionali. Fino al 31 gennaio di quest’anno i paesi membri erano 28, ma la Gran Bretagna è uscita.
Le principali istituzioni europee sono: Commissione europea, Consiglio dell’UE, Parlamento europeo, Consiglio europeo, Corte di Giustizia europea, Corte dei Conti europea, Banca centrale europea. Vi sono inoltre una serie di organi ed organismi con funzioni di carattere consultivo, finanziario e di controllo. La Presidenza del Consiglio dell'Unione Europea è organizzata secondo un sistema di rotazione in base al quale ciascuno Stato membro esercita tale funzione per un periodo di sei mesi.