Sapiens Sapiens 11952 punti

La spedizione dei mille e la "nascita del regno d`Italia"


Nel 1859 moriva Ferdinando II di Borbone,re del meridione,e gli successe l`ottuso figlio Francesco II.
Nel 1860 Garibaldi insieme con un gruppo di volontari partì da Quarto, vicino Genova e sbarcò a Marsala, con mille soldati,in Sicilia per liberare il sud.
Questo suo sbarco fu rinominato la spedizione dei Mille.
Garibaldi,che voleva sconfiggere il latifondismo e dare la terra ai contadini,fù sconfitto a Calatafimi,ma con la battaglia di Milazzo conquistò tutta la Sicilia.
Nell'agosto del 1860 Garibaldi sbarca in Calabria, Francesco II fuggì a Gaeta e pochi giorni dopo Garibaldi entrò come liberatore a Napoli.
Intanto l`esercito piemontese occupò e annesse Umbria e Marche e aveva l`intenzione di fermare l`avanzata garibaldina.
Garibaldi,allora per non infastidire la Francia, la quale sosteneva in tutto i piemontesi, rinunciò ad avanzare su Roma.
Nell'ottobre 1860 avvenne l'incontro a Teano fra il re e Garibaldi durante il quale il condottiero si sottomise formalmente al sovrano e gli consegnò tutta l`Italia che aveva conquistato.
Nel 1861 con l'annessione anche del sud al Piemonte;il parlamento piemontese proclamava Vittorio Emanuele II re d`Italia. Rimanevano fuori dall`unità i territori del Papa e il Veneto oltre che i territori del Trentino Alto Adige e del Friuli Venezia Giulia ancora sotto gli austriaci.
Dopo la morte di Cavour nel 1861, la guida del governo fu assunta fino al 1862 da ricassi, esponente della destra storica, che voleva una politica di continuità con quella casoriana. Era formata dalla classe dirigente piemontese che si disinteressava dei problemi del sud e agevolava le classi agiate. Allo schieramento parlamentare della destra,si contrapponeva quello della sinistra,più democratica,che favoriva i ceti popolari.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze