Ominide 1747 punti

SITUAZIONE MEDIORIENTALE E LA NASCITA DI ISRAELE

In Medio Oriente si sviluppò un movimento nazionale arabo diviso in due componenti:

  • tradizionalista, che voleva una reislamizzazione della società con l'applicazione integrale dei precetti coranici
  • ;
  • laica e nazionalista, per cui più attenta alle esigenze di modernizzazione economica

Nel 1946 la Gran Bretagna riconobbe l'indipendenza della Transgiordania e la Francia ritirò le sue truppe dalla Siria e dal Libano. Transgiordania, Siria, Libano Iraq, Egitto, Arabia Saudita e Yemen nel 1945 formarono la Lega degli Stati arabi con scopi di cooperazione politica ed economica.
Negli anni della guerra la pressione del movimento sionista che chiedeva la creazione di uno Stato ebraico si fece sempre più forte anche grazie all'immigrazione di ebrei dell'Europa che sfuggivano al fascismo. L'Onu propose di dividere la Palestina in due Stati, ma gli arabi non accettarono. Quando, nel 1947, l'Inghilterra ritirò le sue truppe dalla Palestina gli ebrei proclamarono lo Stato di Israele, ma vennero attaccati dalla Lega araba.

La prima guerra arabo-israeliana si concluse con la sconfitta delle forze arabe e con l'affermazione dello Stato di Israele, uno Stato moderno ispirato alle democrazie occidentali.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove