Eliminato 163 punti

Intervento italiano e la “guerra parallela”


All’inizio della guerra l’Italia decide -con il beneplacito di Hitler- per lo stato di non belligeranza (né neutralità, né intervento) a causa della sua scarsità degli strumenti bellici a sua disposizione (che, dalla fine del primo conflitto mondiale, non erano stati rinnovati).

Tuttavia, Mussolini vuole molti morti per avere un peso maggiore al momento delle trattative di pace. Nonostante gli ammonimenti di Pio XII e di Roosevelt, dichiara guerra il 10 giugno 1940.

Chi non voleva la guerra in Italia:
• comunisti
• socialisti
• cattolici
• alcuni fascisti (es. Galeazzo Ciano, genero di Mussolini e ministro degli Esteri)

Progetto di Mussolini --> “Guerra parallela”

Guerra contro l’Inghilterra parallela a quella tedesca.
L’Inghilterra doveva essere occupata su 3 fronti:
• guerra nel Mediterraneo
• Africa settentrionale
• Africa orientale

Risultati deludenti

• Africa orientale: primi successi in Kenya e Sudan, seguiti dalla controffensiva britannica che si concluse con la restituzione del trono di Addis Abebà al negus
• Africa settentrionale: esercito italiano in rotta, MA Hitler invia un corpo militare guidato dal generale Rommel, salvando la situazione

L’Italia recupera la Libia, ma perde la penisola dell’Eritrea (dove Hitler non è intervenuto)

Mussolini decide di attaccare la Grecia, credendo di ottenere una facile vittoria.
L’attacco partì dalle basi italiane in Albania, ma il conflitto assunse una dinamica del tutto simile a quella assunta in Africa --> duro colpo al prestigio del regime fascista (si passa da “guerra parallela” a “guerra subalterna”)
Hitler dovette intervenire ancora una volta e conquista la Grecia, la Iugoslavia e il territorio dei Balcani, fondamentale per il suo imminente attacco all’URSS (Ungheria, Romania e Bulgaria dovevano dare il nulla osta per far passare l’armata tedesca attraverso i loro territori, permettendole di invadere la Russia).

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email