Ominide 592 punti

Seconda guerra mondiale - Cedimento nazista e crollo del fascismo


Cedimento nazista su tutti i fronti

- Flotta statunitense ottiene importanti vittorie sul Pacifico ( isole Midway);
- Maggio 1943 in Africa le truppe inglesi sconfiggono l’Asse;
- Sconfitta nel gennaio ’43 presso Stalingrado, seguite da una ritirata rovinosa.

Crollo regime fascista

Nel regime fascista si distinguono due fasi: una prima di consenso assoluto, una seconda di stanchezza e allontanamento da questa prima fase. In Italia crebbe sempre più il dissenso per il regime fascista, che si manifestò attraverso scioperi e manifestazioni che lamentavano le difficili condizioni di vita e la mancanza di cibo, acclamando la fine della guerra e del fascismo. Lo sbarco in Sicilia degli alleati (concordato nella conferenza di Casablanca) e il bombardamento di Roma resero possibile che il 25 luglio, il Gran Consiglio Fascista votò per la destituzione di Mussolini e la sua incarcerazione.

Armistizio

Badoglio però proclamò la prosecuzione della guerra, impedì la ricostruzione dei partiti antifascisti (c’era ancora l’intenzione di mantenere un governo filomonarchica) e rassicurò la Germania che avrebbe mantenuto gli accordi –quando in realtà erano state già avviate le trattative di pace. Venne firmato in una città nei pressi di Siracusa il trattato di pace, 3 settembre 1943 che venne annunciata dal nuovo capo del governo, Badoglio, ai soldati solo qualche giorno più tardi in modo da preparare un’organizzazione.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email