sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

Le Rivoluzioni in America Latina (primi decenni '800)

La prima fase di Rivoluzioni nell'800 avviene nei possedimenti Spagnoli nell’America del Sud.
Quando Napoleone aveva occupato la Spagna, molte colonie spagnole del Sud America avevano reciso i propri legami con la madrepatria, permettendo così la formazione di nuovi stati indipendenti.
Infatti nel 1811 a Caracas si forma un governo, che proclama l’indipendenza della Repubblica del Venezuela.
Successivamente due rivoluzionari, Simon Bolivar e José de San Martin, guidano rivolte nel nord e nel sud del Paese.
San Martin fa proclamare l’Argentina indipendente, così come il Cile, mentre Bolivar fa proclamare indipendente lo Stato Federato di Gran Colombia.
Nel 1821 anche il Messico si dichiara autonomo, così come tutti quegli altri stati tra Messico e Colombia, che si uniscono nella Federazione delle Province Unite dell’America Centrale.

Bolivar e San Martin fanno proclamare indipendente anche il Perù.
Nel 1822 anche il Brasile si libera del controllo del Portogallo.
Nel 1828 anche l’Uruguay si dichiara indipendente ed intanto nel centro America si vanno a formare otto Nuovi stati, creatisi dalla divisione della Gran Colombia e delle Provincie Unite dell’America Centrale.

Stati Uniti e Gran Bretagna riconoscono questi nuovi Stati indipendenti per primi, in modo da ottenere favori commerciali.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email