Ominide 2993 punti

Carboneria

I tentativi rivoluzionari della rivoluzione furono preparati da ristrette élite di cospiratori. Le società segrete a volte si battevano per una monarchia costituzionale altre volte per la repubblica o per una federazione di stati. La più antica era la Massoneria un associazione segreta che risale al medioevo e nel 700 era diventata il centro di diffusione degli ideali degli illuministi.
In Spagna e in Italia nacque la carboneria un associazione segreta nata nelle Alpi francesi all’inizio dell'800 contro Napoleone. Essa raccolse i fautori di un liberalismo moderato.
I loro limiti: eccessiva segretezza

Mazzini

Ex carbonaro. Fu attivo nella Carboneria e organizzò il movimento della Giovine Italia. Aveva fiducia nella libertà e nel progresso. Una delle sue formule preferite era “Dio e popolo”, ovvero dio inteso come umanità. La nazione doveva essere una indipendente e repubblicana, doveva nascere dalla partecipazione diretta del popolo e non dai compromessi coi sovrani.

Così respingeva sia l’ipotesi del federalismo che della monarchia costituzionale. L’unificazione si poteva raggiungere solo attraverso la guerra per bande. Aveva fondato la Giovine Italia legando pensiero e azione.
Il suo gruppo dirigente veniva dai ceti borghesi. Non mise mai in dubbio il diritto di proprietà ma era contro l’eccessiva concentrazione della ricchezza in poche mani. Respinse il socialismo e restò estraneo al mondo contadino.

Neoguelfismo

Movimento intellettuale che si rifà al neoguelfismo medievale: il papato è una forza sia religiosa che politica.
La sua figura guida è Gioberti secondo il quale il papa doveva presiedere una confederazione di stati italiani (contro Mazzini). Non chiedeva un ordinamento costituzionale ma si limitava a proporre assemblee consultive e taceva sulla presenza degli austriaci in Italia.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email