dins di dins
Habilis 576 punti

Produzione in serie, nuova organizzazione del lavoro e sviluppo economico

Fra guerra e dopoguerra negli Stati Uniti si attivò un circolo virtuoso tra produzione e consumo: la produzione in serie di beni di consumo durevole(auto, elettrodomestici), tenevano bassi i prezzi di queste merci, mentre occupazione e salari alti consentivano l’acquisto anche alle classi lavoratrici. La produzione in serie di oggetti standardizzati, si ebbe con le prime catene di montaggio(la ford produce la Ford t.). Negli Stati Uniti si inizia a parlare di ‘capitalismo organizzato’, riferendosi al patto sociale tra poteri dell’economia e della politica, dal quale restavano esclusi gli operai di piccole e medie aziende, lavoratori non qualificati, e la massa dei disoccupati. Nel dopoguerra in Europa regnavo il debito pubblico e l’inflazione, diminuendo la produzione e il potere d’acquisto dei consumatori. Il paese più sofferente fu la Germania(generando un clima di paura e incertezza favorevole per l’avvento di Hitler). Per risolvere l’insolvenza tedesca, gli Usa vararono nel 1924 il programma di investimenti ‘’Dawes’’,attivando un flusso di capitali dagli stati uniti alla Germania e da esse alle sue potenze creditrici, e da queste di nuovo agli Usa. Significative furono le politiche monetarie che vedevano la Gran Bretagna protagonista. Il sistema del gold Exchange standard(1925), prevedeva che all’oro si affiancasse la sterlina come mezzo di pagamento internazionale(le banche centrali di ogni nazione, potevano ancorare il valore della propria valuta, alla sterlina oltre che all’oro).

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email